Il nuovo album di Ozzy Osbourne è pronto, parola di Sharon: “Uscirà molto presto”

Il Principe delle Tenebre aveva già parlato di 9 tracce inedite scritte e registrate insieme al produttore di Post Malone

1
CONDIVISIONI

Se le indiscrezioni sul nuovo album di Ozzy Osbourne erano rimasti nel cassetto dei rumors, oggi trovano conferma nelle dichiarazioni della moglie Sharon, che durante un’intervista rilasciata a Jess Cagle e Julia Cunningham per SiriusXM ha dato annuncio che presto ascolteremo nuova musica del Principe delle Tenebre.

Il 2019 è stato un anno travagliato. Il 30 gennaio l’ex Black Sabbath sarebbe dovuto partire per il No More Tours 2 che lo avrebbe portato all’Unipol Arena di Bologna l’1 marzo nel corso di una serie di concerti che lo avrebbero portato sul palco insieme ai Judas Priest. Tuttavia, un’infezione alle vie respiratorie che rischiava di degenerare in polmonite lo aveva costretto a fermare ogni attività per sottoporsi alle cure necessarie e per questo la data italiana era stata rinviata. Come in altre occasioni, Sharon Osbourne si era fatta portavoce di Ozzy e nelle varie interviste aveva riferito che le condizioni di salute di suo marito stavano migliorando.

Nel tempo il Principe delle Tenebre aveva ripreso a respirare da solo. Durante l’estate, con grande piacere e sorpresa, il rapper Post Malone aveva pubblicato il brano Take What You Want che conteneva un featuring con Ozzy Osbourne, contenuto nel disco Hollywood’s Bleeding e il ritorno sulle scene dell’ex Black Sabbath era iniziato a diventare una certezza.

Il muro del silenzio, ora, è stato infranto da Sharon Osbourne: “Quest’anno ha avuto un’esperienza molto grave, davvero molto grave, ma sta recuperando”, poi l’annuncio: Ha terminato un album, e questo album arriverà a gennaio.

L’ultimo album della sua carriera solista è Scream (2010), mentre il disco finale registrato insieme ai Black Sabbath è 13 (2013), seguito nel 2016 dall’EP The End.

In vista della sua guarigione, il padrino del metal aveva annunciato la nuova data italiana per recuperare la venue di Bologna, fissata dunque per il 10 marzo 2020 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna), ma anche a questo giro si è trovato costretto a posticipare ulteriormente lo show programmato nel Belpaese. Il motivo, semplicemente, è stata una necessaria sicurezza di un completo recupero delle sue condizioni di salute. Nel frattempo Ozzy ha invitato i fan a conservare i biglietti acquistati nell’attesa di nuovi annunci da parte di Live Nation.

In un rosario di mesi ricchi di posticipazioni, annunci e annullamenti, almeno, arriva la notizia che presto ascolteremo il nuovo album di Ozzy Osbourne, scritto durante la lunga malattia in un mood nel quale la rockstar preferiva dedicarsi a qualcosa di concreto per non pensare troppo alla terapia da seguire.

Nel mese di agosto, non a caso, la voce di Crazy Train aveva parlato di 9 tracce portate a termine per un potenziale disco che probabilmente avrebbe chiamato Recuperation che, se quanto riportato da Sharon Osbourne fosse vero, sarebbe il dodicesimo album in studio del cantautore di Birmingham.

Proprio a proposito del nuovo materiale, Ozzy aveva riferito al Sun: “Ho fatto un nuovo album e mi ha aiutato a tornare in pista. Sono stato solo nella mia autocommiserazione per mesi. È il miglior album che abbia mai fatto. Una delle canzoni si chiama Ordinary Man e le 9 tracce inedite sono state registrate insieme ad Andrew Wyatt, il produttore di Post Malone. Ancora, al Sun Ozzy aveva raccontato che fare musica gli mancava, e soprattutto lo doveva ai suoi fan che, dall’annuncio della malattia, non lo hanno mai lasciato solo.

Per il momento sul nuovo album di Ozzy Osbourne non si hanno altri dettagli, ma grazie alle rivelazioni della moglie Sharon scopriamo che i lavori sono terminati e che a gennaio scopriremo di cosa si tratta. Saranno nove tracce, stando a quanto affermato dallo stesso Ozzy, una delle quali si chiamerà Ordinary Man.

Probabilmente, infine, il titolo del nuovo album di Ozzy Osbourne sarà Recuperation.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.