CW ordina lo spin-off di The 100: la serie prequel era già stata anticipata da Jason Rothenberg

Il creatore della serie aveva già scherzato su un possibile spin-off di The 100, e ora la sua ipotesi è diventata realtà: ecco di cosa parlerà il prequel

28
CONDIVISIONI

Era solo questione di tempo prima che la CW ordinasse uno spin-off di The 100. Mentre lo show post-apocalittico volgerà al termine il prossimo anno, la rete americana si è assicurata un suo erede. Nel corso della settima e ultima stagione di The 100 andrà in onda un pilot che servirà a lanciare lo spin-off.

Secondo i primi dettagli, il nuovo progetto sarà ambientato 97 anni prima degli eventi narrati nella serie madre, quindi vedremo gli effetti dell’apocalisse nucleare attraverso le storie di un gruppo di superstiti. I nuovi protagonisti dovranno cercare di appianare le divergenze per imparare a collaborare e restare uniti in un mondo diventato pericoloso. Allo stesso tempo, dovranno impegnarsi per creare una società migliore e risorgere così dalle ceneri.

Lo spin-off porterà ancora la firma di Jason Rothenberg, creatore e showrunner di The 100. In realtà, l’idea di poter continuare a raccontare il mondo distopico nato nei libri di Kass Morgan, era già stata anticipata nel corso di un panel al WonderCon 2019. In quell’occasione, un fan aveva chiesto agli attori se avessero delle idee per alcuni spin-off di The 100. Il cast ha scherzato sulla domanda, finché Richard Harmon (interprete di John Murphy) aveva preso parola dichiarando che gli piacerebbe vedere una serie che racconti l’inizio di tutto, quando è esplosa la prima bomba nucleare che ha costretto i superstiti a fuggire dal pianeta: Vorrei vedere come le persone sono diventati i Terrestri, i sopravvissuti che hanno affrontato ogni genere di cosa.

A quanto pare la sua idea è diventata realtà! Inoltre, Rothenberg aveva alzato la posta, confermando di essere al lavoro su “qualcosa”, ma di non poter dire nulla al momento. Anzi (ironizzando), probabilmente finirà nei guai per averlo detto. La trama dello spin-off di The 100 è stata in parte esplorata nel corso della terza stagione della serie, ma finora era stata soltanto gettata carne sul fuoco.

Quando la settima stagione è stata annunciata come quella conclusiva, Rothenberg ha spiegato il motivo di tale decisione:

Tutte le belle cose devono finire, e abbiamo un finale degno dello show. Non vogliamo scrivere oltre. Andare in un mondo nuovo era ovviamente una bella invenzione, e per noi era rigenerante. Sembrava quasi una serie nuova. Creativamente parlando potevamo andare avanti così, ma ho come letto una frase che diceva: ‘Quante volte hai detto che la stagione 8 è la migliore dello show?’ Si dice meglio lasciare la festa prima che la musica si interrompa. Dato che gli ultimi 16 episodi della stagione 7 ci permetteranno di raggiungere il traguardo dei 100, per noi era troppo perfetto per lasciarsi andare.

Per chi spera in un lieto fine, Rothenberg ha una risposta ambigua e dolce-amara:

Sarà la nostra versione di happy ending. La fine di una storia è sempre il punto morale della storia. Ancora dobbiamo svelare qual è, ma verrà fuori nella settima stagione. Non sarà la cosa del, ‘le persone sono orribili, noi facciamo schifo. Siamo disposti a uccidere chiunque e fare qualunque cosa per sopravvivere.’ C’è uno scopo più alto.

La settima e ultima stagione di The 100 andrà in onda nel corso del 2020.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.