Come non farsi aggiungere nei gruppi WhatsApp da nessuno: una sola strada per ora

Piccola guida per procedere all'operazione più attesa per non essere più disturbati

4
CONDIVISIONI

I gruppi WhatsApp stanno per smettere di essere un problema, almeno per coloro che non desiderano essere aggiunti a qualche chat collettiva senza il loro consenso preventivo. Come raccontato in settimana, gli sviluppatori della nota app di messaggistica stanno lavorando alla funzione che non permetterà appunto a chicchessia di inserirci in conversazioni non desiderate, ma vanno chiariti ora ulteriori dettagli sull’opzione in ballo.

Giusto un piccolo riepilogo: nelle impostazioni dei gruppi WhatsApp, all’interno delle attuali versioni beta dell’app di messaggistica, sono comparse appunto le voci che consentiranno di non subire alcuna decisione di un amministrazione in merito ad una chat di gruppo. Fino a questo momento tuttavia, non era affatto chiaro come l’opzione dovesse essere impostata per evitare che tutti ma proprio tutti operassero a nostra insaputa per inserirci appunto in gruppi più o meno folti. Per chiarire l’arcano, come al solito, ci pensa il leaker WABetaInfo che spiega l’unica strada percorribile a tal proposito, si seguito spiegata.

Nelle impostazioni per la privacy dei gruppi WhatsApp, ecco che ci sarà apposita sezione con tre opzioni da scegliere. Si potrà selezionare “Tutti” (Everyone) quando non si vorrà fissare alcun limite alle inclusioni, anche da parte di non conoscenti. Al contrario si potrà decidere di consentire all’operazione solo se su iniziativa di un contatto. Come procedere invece se non si vuole concedere proprio a nessuno questa possibilità? L’unica cosa da fare sarà selezionare la terza voce “I miei contatti tranne” (My Contacts except” e poi ancora scegliere “Tutti”.

Come pure specificato qualche giorno fa, non sappiamo esattamente quando la funzione per non essere aggiunti in gruppi WhatsApp sarà attiva per tutti: visto l’avanzato sviluppo del lavoro degli sviluppatori, tuttavia, l’aggiornamento definitivo che include le nuove impostazioni per la privacy dovrebbe essere ad un passo, magari pure entro il mese di novembre.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.