Senza fine i problemi Iliad a Montesilvano, blocchi per le antenne da installare

Non ci sono passi in avanti per i lavori di copertura, cittadini protestano

3
CONDIVISIONI

Si torna a parlare di problemi Iliad per l’installazione di antenne proprietarie in uno specifico comune italiano ossia Montesilvano. Non è la prima volta che la popolazione della specifica area geografica delle Marche si è rilevata ostile all’installazione di antenne e ancora una volta, per questo motivo, i lavori di copertura sono stati bloccati.

Proprio a Montesilvano i problemi Iliad corrispondono ad un folto numero di cittadini della provincia di Pescata che si oppongono ad un’antenna presente in via Basilicata, perché nei pressi di un campo sportivo di pallavolo. Per quanto l’infrastruttura sia stata già autorizzata dal permesso numero 043284 del SUAP (Sportello Unico delle Attività produttive), del 2 luglio 2019 la popolazione non ha alcuna intenzione a lasciar procedere i lavori.

Come riportato pure da Mondomobileweb, i cittadini lamentano la prossimità della nuova antenna con una zona frequentata da bambini e ragazzi. Tanto più gli abitanti della specifica area temono un deprezzamento del valore della loro abitazione proprio a causa dell’installazione dell’antenna alta 30 metri.

I problemi Iliad attuali nel comune di Montesilvano sono solo gli ultimi di una lunga serie. Il Consiglio comunale della stessa cittadina ha già adottato il principio di precauzione per evitare l’installazione di nuove antenne per il 5G, almeno fino alla stesura di un apposito piano. In questo caso le difficoltà riguarderanno non solo l’operatore ultimo arrivato in Italia ma anche altri vettori impegnati nello sviluppo della nuova tecnologia di connessione ultra veloce.

Probabilmente la situazione di stasi venutasi a creare a Montesilvano non si sbloccherà poi tanto presto. I problemi Iliad, tuttavia, riguardano anche altre zone di italia in cui altri cittadini ma con i medesimi timori combattono contro l’installazione di nuove antenne. Un caso simile, per non dire identico, si è venuto a creare a Mestre e non è detto che, con il prosieguo dei lavori di Iliad appunto, non se ne verifichino altri.

Commenti (3):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.