Due bebè in arrivo in Grey’s Anatomy 16, più la new entry Richard Flood, marito di Gabriella Pession

Molte novità in Grey's Anatomy 16, dalla rivelazione di una nuova gravidanza inattesa all'arrivo di un nuovo pediatra in ospedale

755
CONDIVISIONI

Grey’s Anatomy 16 continua ad allargare a dismisura le sue trame come se non sapesse bene dove andare: solo nei primi cinque episodi della stagione si sono susseguiti processi, condanne con affidamento ai servizi sociali, licenziamenti, gravidanze a sorpresa, assunzioni in altri ospedali ed altre novità ancora sono in arrivo.

Sembra che ogni storyline di Grey’s Anatomy 16 faccia a gara con le altre ad ampliarsi il più possibile verso il nuovo: Jackson ha intrapreso una storia con la vigilessa di Station 19 Vic subito dopo aver rotto con Maggie, Alex Karev ha assunto Owen Hunt nel suo ospedale in declino Pac North per provare a risollevarne le sorti (approfittando dei conflitti del traumatologo col nuovo capo Koracik), Link confessa alla futura mamma Amelia di essere innamorato di lei e Meredith decide di diventare suo malgrado paladina della lotta alle iniquità del sistema sanitario americano. Dulcis in fundo, la Bailey è incinta. Qualcosa che è ai limiti della verosimiglianza e della plausibilità scientifica, visto che nella stessa diagnosi del suo malessere fisico ci sono la pre-menopausa e la gravidanza, tutte e due insieme.

Non più uno, quindi, ma due bebè in arrivo in Grey’s Anatomy 16: auspicabilmente entro la fine della stagione, almeno una delle due dottoresse darà alla luce un figlio – salvo drammi che sono sempre dietro l’angolo – andando ad esplorare la maternità in età ormai avanzate, soprattutto quella della Bailey che a conti fatti rispetto all’inizio della serie dovrebbe essere ormai vicina al traguardo dei cinquant’anni (ma le età dei protagonisti restano perlopiù un mistero, soprattutto perché incalcolabili rispetto ai tanti salti temporali tra una stagione e l’altra, all’interno di una stessa stagione o perfino di uno stesso episodio).

Il colpo di scena della gravidanza della Bailey è arrivato al termine dell’episodio 16×04, che ha visto Meredith finire sui giornali con una bozza di articolo in cui ha messo in discussione i cardini del sistema. Un episodio che introduce in realtà quello che dovrebbe essere il tema portante di questa stagione, come anticipato dalla showrunner Krista Vernoff: Grey’s Anatomy 16 farò denuncia sociale contro una sanità inefficiente per i pazienti, dominata dagli affari delle case farmaceutiche, stressante per i medici e soprattutto iniqua in quanto capace di tutelare solo i ricchi che possono permettersi i costi esorbitanti dell’assicurazione. Un tema che verrà sviluppato nei prossimi mesi – peraltro in piena campagna elettorale per le presidenziali 2020 – e che resta molto caldo negli Stati Uniti per via del dibattito sulla riforma sanitaria di Trump e le modifiche alla Obama Care.

Ma l’ampliamento delle trame di questa stagione passa anche da una new entry che sta per fare il suo ingresso in scena: si tratta del personaggio che andrà a sostituire al Grey Sloan Memorial Hospital Alex Karev, come nuovo acquisto in chirurgia pediatrica. Ad interpretarlo sarà un volto noto al pubblico di Shameless, Richard Flood, che è stato l’ex fidanzato di Fiona (Emmy Rossum) Ford, rivelatosi poi sposato con un’altra donna durante tutta la loro relazione. Ma Flood è noto anche per essere il marito di Gabriella Pession, attrice italiana protagonista de La Porta Rossa che ha conosciuto sul set di una serie tv poliziesca, una co-produzione internazionale tra USA, Francia, Germania e Italia: i due si sono innamorati girando Crossing Lines nel 2012 e si sono sposati due anni dopo la nascita del figlio Giulio, venuto al mondo nel 2014.

View this post on Instagram

@shameless @showtime tonight at 9!

A post shared by Richard Flood (@richardfloodofficial) on

In Grey’s Anatomy, Flood interpreterà il dottor Cormac Hayes, un pediatra, e sicuramente avrà molto da lavorare con tante future mamme intorno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.