8 tra le migliori serie tv da vedere su Netflix nel 2019, da Sex Education a Tuca & Bertie

Alcune hanno ottenuto un successo immediato, altre sono rimaste nell'ombra; eppure tutte le serie tv di questa lista meritano di essere guardate almeno una volta

3
CONDIVISIONI

Trovare delle buone serie tv da vedere su Netflix non è semplicissimo, ammettiamolo. Il catalogo cresce di mese in mese ed è inevitabile che l’attenzione riservata ad alcune grandi produzioni faccia passare inosservati altri piccoli gioielli. Forse non riusciremo mai a guardare tutto, ma è nostro dovere di appassionati non perderci il meglio. Ripercorriamo quindi alcune delle migliori serie tv da vedere su Netflix nel 2019, suddivise per genere.

Serie tv da vedere in un weekend

Russian Doll

Russian Doll si basa su una premessa semplice: una donna (Natasha Lyonne) lascia la festa di compleanno organizzata per lei dalla sua migliore amica. In strada viene investita da un’auto e muore. Tutto qui? Certo che no, perché dopo pochi istanti si inizia a svelare il loop misterioso che costringe la protagonista a tornare sui suoi passi fino allo sfinimento. Creata da Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland, Russian Doll è una black comedy mozzafiato capace di riflettere con amara ironia sul potenziale distruttivo della mente umana. I suoi 8 episodi da 25 minuti ne fanno una delle migliori serie tv da vedere su Netflix nel 2019.

T-Shirt Russian Doll Nadia Stile Fumetto Comics - Serie TV
  • Verificate le misure dalla foto a sinistra dell'inserzione
  • Design disponibile anche per tazza ,felpa ,canotta

Derry Girls

Lo abbiamo appena detto: i grandi titoli sviano l’attenzione dalle produzioni di nicchia. Fra queste rientra Derry Girls, una delle migliori serie tv da guardare su Netflix in poche ore. La storia si svolge negli anni ’90 nella tormentata cittadina nordirlandese di Derry, in cui le protagoniste – Erin (Saoirse-Monica Jackson), Orla (Louisa Harland), Claire (Nicola Coughlan) e Michelle (Jamie-Lee O’Donnell) – frequentano una scuola cattolica riservata alle ragazze. Perlomeno fino all’arrivo di James (Dylan Llewellyn), cugino inglese di Michelle. Il gruppetto trascorre le giornate fra un guaio e l’altro, nel tentativo disperato ed esilarante di sfuggire all’etichetta di outsider e vivere un’adolescenza normale in un periodo storico estremamente conflittuale. Con i suoi episodi da appena 22 minuti e un’irresistibile humour irriverente, Derry Girls è una delle serie tv da vedere su Netflix senza il minimo indugio.

Serie tv divertenti su Netflix

Crazy Ex-Girlfriend

Il 2019 ci ha regalato ottime serie tv da vedere su Netflix per sorridere delle disgrazie altrui. Alcune sono arrivate sulla piattaforma negli anni scorsi, ma hanno raggiunto maggiore maturità e popolarità proprio quest’anno. È il caso di Crazy Ex-Girlfriend, la cui quarta, splendida stagione è disponibile dal 30 settembre. La storia è quella di Rebecca Bunch (Rachel Bloom), avvocato immobiliare di New York che decide di trasferirsi nella cittadina di West Covina, in California, per dare una svolta alla propria vita. Qui prova a conquistare l’amore della sua cotta adolescenziale, finendo invece per combinare un guaio dietro l’altro. Le riflessioni su questioni come la salute mentale, l’amore assoluto, la sessualità femminile raggiungono vette di grande lucidità, sempre in un’atmosfera comica. Questo – e molto altro – fa di Crazy Ex-Girlfriend una delle più brillanti e raffinate serie tv da guardare su Netflix quest’anno.

Workin’ Moms

Come Crazy Ex-Girlfriend, anche Workin’ Moms è sbarcata su Netflix negli anni passati, confermando tutto il suo tragicomico potenziale con la terza stagione del 2019. La trama ruota attorno a un piccolo gruppo di mamme – Kate (Catherine Reitman), Anne (Dani Kind), Frankie (Juno Rinaldi), Jenny (Jessalyn Wanlin) – messe a dura prova dal sovrapporsi di impegni lavorativi, esigenze familiari e aspirazioni personali. Tutte loro, infatti, sono mamme lavoratrici alle prese con mariti esigenti, capi poco comprensivi e desideri che rifiutano di farsi mettere da parte. I contrasti fra le gioie e i dolori della maternità e gli altri aspetti della vita sono reali, dolorosamente reali, ma le donne di Workin’ Moms regalano più di un sorriso grazie alle assurde strategie che attuano per farvi fronte. Chi cerca una serie tv da guardare su Netflix per sorridere delle disgrazie altrui può senz’altro contare su Workin’ Moms.

Serie tv d’animazione da guardare su Netflix

Tuca & Bertie

L’obiettivo di Lisa Hanawalt era raccontare una storia di amicizia al femminile, e il suo lavoro in BoJack Horseman le ha chiaramente suggerito come farlo: con una serie animata psichedelica e raffinata. Ecco quindi Tuca & Bertie, una serie tv da vedere su Netflix nel 2019 per riflettere sulla condizione delle trentenni di oggi. La storia è quella di Tuca (Tiffany Haddish) e Bertie (Ali Wong), appunto: la prima è un tucano energico e pronto ad affrontare di petto ogni situazione; la seconda è un usignolo responsabile eppure schiavo delle proprie insicurezze. Sono due amiche complementari, yin e yang, e affrontano la vita contando una sul sostegno dell’altra. Si supportano, si sfidano, si spingono a diventare le versioni migliori di sé in un mondo che vorrebbe ridurle alle aspettative che gli altri hanno di loro.

Big Mouth

In attesa della sesta e ultima stagione di BoJack Horseman, Big Mouth si fa spazio fra le migliori serie tv dell’anno da vedere su Netflix. La terza stagione è disponibile in streaming dal 29 settembre e ritrova l’adolescenza di Nick (Nick Kroll), Andrew (John Mulaney) e gli altri per raccontarne l’insopportabile imbarazzo. Fra mostri degli ormoni, cambiamenti fisici e impellenti, fisiologici bisogni, la serie prova a offrire uno sguardo sincero – e spassoso, sì, ma solo per chi dell’adolescenza ha ricordi lontani… – su una fase transitoria e incredibilmente complessa della vita. Lo fa per spezzare l’imbarazzo, la vera e propria vera vergogna, e portare alla luce quell’inevitabile bisogno di approvazione, appartenenza, autostima e contatto tipico degli adolescenti. Il tutto fra picchi di empatia e risate a dentri stretti.

Poster BoJack Horseman "Propaganda" BoJack - Formato A3 (42x30 cm)
  • Poster Formato A3 (42 x 30 cm)
  • Acquistando diversi prodotti si paga una sola spedizione

Serie tv dramedy da non perdere

Sex Education

Il 2019 è un anno fruttuoso per chi è alla costante ricerca di serie tv dramedy da guardare su Netflix. Una delle produzioni più apprezzate della categoria è Sex Education, di cui si aspetta la seconda stagione. La trama segue le vicende di Otis (Asa Butterfield), adolescente molto legato alla madre (Gillian Anderson), nota terapista sessuale. La quotidianità scolastica del ragazzo è quella del tipico outsider, perlomeno finché la compagna Maeve (Emma Mackey) non lo convince a diventare il terapista sessuale a pagamento dell’intera scolaresca. Lungi dall’essere la solita serie su un gruppo di ragazzi al liceo, Sex Education emerge nell’ormai fitto panorama delle dramedy per la sua dettagliata caratterizzazione dei personaggi. L’ecosistema degli studenti include infatti tipi umani comuni e non comuni, e ne scandaglia la psiche per coglierne quanto più onestamente le tendenze, i desideri, le paure, le aspettative più forti.

Dead to Me

Dead to Me ha convinto una buona parte di critica e pubblico sin dal debutto, ed è una buona serie tv da vedere su Netflix se si desidera esplorare la potenziale ambivalenza di un’amicizia al femminile. Descritta come la storia di una forte amicizia tra Jen (Christina Applegate) e Judy (Linda Cardellini), Dead to Me è anche un racconto di perdita. È infatti a causa della perdita – del marito una, del fidanzato l’altra – che le due donne si incontrano per la prima volta a un gruppo di elaborazione del lutto. Jen è rabbiosa, sarcastica, oscura; Judy è disponibile, dolce e ottimista. La natura complementare dei loro caratteri le aiuta a stringere un’amicizia sempre più stretta, ma il peso di un terribile segreto minaccia di distruggerla alle fondamenta. Guardare Dead to Me per trovarvi un’inesauribile fonte di humour è limitativo, se non apertamente inutile. Le risate scarseggiano, per lasciar posto invece a dolciamare considerazioni sulla natura dei rapporti umani, il valore dei legami e il peso del lutto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.