Tutto sulla serie TV de Il Signore degli Anelli su Amazon: dal cast e trama alle differenze con i film

La serie TV de Il Signore degli Anelli si preannuncia come uno dei progetti più ambiziosi di Amazon: scopriamo tutto su cast, trama e personaggi

26
CONDIVISIONI

La serie TV de Il Signore degli Anelli ci riporta nella Terra di Mezzo. Il progetto, annunciato due anni, è uno dei più ambiziosi svelati da Amazon, che lentamente sta prendendo forma. Basato sulla trilogia più famosa dello scrittore J.R.R. Tolkien, lo show è anche uno dei più costosi finora proposti dal colosso: dopo aver stipulato un accordo con Warner Bros. e la Fondazione Tolkien, le prime due stagioni costeranno ad Amazon ben 500 milioni di dollari, di cui la metà soltanto per acquisire i diritti. La compagnia si impegna a realizzare una serie TV nell’arco di due anni dalla produzione – per questo l’uscita è prevista per il 2021.

Al momento molti dettagli sono ancora top secret, perciò cerchiamo di capire quanto sappiamo finora.

Qual è la trama della serie TV de Il Signore degli Anelli? Amazon ha confermato che lo show sarà ambientato nell’Era di Númenor (o Seconda Era), che dura 3,441 anni e termina con la prima sconfitta di Sauron, avvenuta da parte dell’Ultima Alleanza tra gli Elfi e gli Uomini. Gli eventi si svolgono prima dei fatti narrati ne La Compagnia dell’Anello – perciò Bilbo e Frodo sono fuori dai giochi. Secondo TheOneRing, di solito fonte attendibile, la storia potrebbe focalizzarsi su un giovane Aragorn. Nel primo film, il personaggio aveva già 87 anni perciò c’è una buona probabilità che potremo rivederlo in scena da bambino.

Chi c’è nel cast della serie TV de Il Signore degli Anelli? La saga cinematografica ha lanciato molti giovani attori nell’Olimpo di Hollywood, tra cui Elijah Wood (l’hobbit Frodo Baggins) e Orlando Bloom (l’elfo Legolas), ma si conosce davvero poco sulle stelle che prenderanno parte al progetto. Finora sono stati annunciati Markella Kavenagh nel ruolo di Tyra – un personaggio completamente nuovo, mai apparso nei libri di JRR Tolkien – e l’attrice di Midsommar, Will Poulter, in una parte ancora top secret. Di recente Maxim Baldry si è aggiunto al cast in un ruolo importante, e molti fan sono pronti a scommettere che potrebbe interpretare il malvagio Sauron. Orlando Bloom ha smentito le voci secondo cui apparirà nella serie, dichiarando di essere entusiasta all’idea che Amazon abbia deciso di riportare sullo schermo il mondo creato da Tolkien. L’attore Ian McKellen aveva invece dichiarato di essere disponibile a riprendere il ruolo dello stregone Gandalf, che ha interpretato nella trilogia cinematografica de Il Signore degli Anelli e anche nei film de Lo Hobbit, per la serie Amazon.

Quando andrà in onda la serie TV de Il Signore degli Anelli? Amazon non ha ancora divulgato una data ufficiale, dato che le riprese non sono ancora iniziate. Jennifer Salke, esecutiva di Amazon, ha svelato qualche dettaglio in più: “Ci piacerebbe uno show grande che possa superarsi. Siamo davvero entusiasti all’idea di riportare in televisione Il Signore degli Anelli. Il progetto entrerà nella fase di produzione nell’arco dei prossimi due anni – ma ci sono alcune persone che sperano di farlo entro il 2020.”

Da quanti episodi è composta la serie TV de Il Signore degli Anelli? La prima stagione dovrebbe essere composta da venti episodi, ma ovviamente si tratta solo di speculazioni. È invece certa la produzione di una seconda stagione, annunciata da Amazon ancor prima dell’inizio della pre-produzione.

La serie TV de Il Signore degli Anelli verrà girata in Nuova Zelanda? La splendida location che ha fatto da sfondo alla saga cinematografica tornerà protagonista per la serie televisiva. Gli showrunner J.D. Payne e Patrick McKay hanno rivelato in anteprima che le riprese verranno effettuate ad Auckland, la principale città neozelandese situata sull’Isola del Nord, una delle due più grandi del Paese. Inizialmente era stata valutata anche Wellington, ma le difficoltà nel dover condividere lo spazio con la produzione del sequel di Avatar – la cui lavorazione si svolge proprio nella città neozelandese – hanno fatto optare per Auckland. Un luogo magico, adatto per farci rivivere le avventure della Terra di Mezzo. Sicuramente i fan non resteranno delusi da questa scelta.

Peter Jackson è coinvolto nella produzione della serie TV de Il Signore degli Anelli? Il regista della trilogia cinematografica ha confermato di non essere coinvolto nella realizzazione della serie: “Capisco come il mio nome possa subito balzare all’occhio, ma non c’entro assolutamente nulla col progetto”.

Chi sono gli showrunners della serie de Il Signore degli Anelli? Come riportato prima, JD Payne e Patrick McKay saranno i due showrunners al timone della serie. Entrambi hanno lavorato come sceneggiatori per Godzilla vs. Kong e Star Trek 4. In una nota stampa, il duo ha dichiarato: “Il ricco mondo che J.R.R. Tolkien ha creato è pieno di cuore e maestosità, saggezza e complessità. Siamo assolutamente eccitati di collaborare con Amazon per ridargli una nuova vita. Ci sentiamo come Frodo, seduto fuori la Contea, con una grande responsabilità sulle nostre spalle – questo è l’inizio dell’avventura di una vita.” La regia dei primi due episodi del progetto è invece affidata a J.A. Bayona, già dietro la macchina da presa con Jurassic World: Il Mondo Distrutto. In un comunicato stampa, ha dichiarato: “J.R.R. Tolkien ha creato una delle storie più straordinarie e di grande ispirazione di tutti i tempi. Per me, da sempre un fan, è un onore e una gioia unirmi a questo team fantastico. Non vedo l’ora di portare il pubblico intorno al mondo della Terra di Mezzo e far scoprire le meraviglie della Second Era con una storia mai vista finora.”

Quali sono le differenze tra film e serie TV de Il Signore degli Anelli? Il progetto televisivo si distingue dall’adattamento cinematografico sostanzialmente per un dettaglio: narrano due storie diverse. Come detto in precedenza, la saga portata al cinema da Peter Jackson è ambientata nel mondo della Terra di Mezzo e segue la missione di Frodo e Samvise nel tentativo di distruggere l’Unico Anello e quindi garantire l’annientamento del suo creatore, l’Oscuro Signore Sauron. In parallelo, Aragorn, erede di Gondor, tenta di radunare i popoli Liberi della Terra di Mezzo contro l’esercito di Sauron. Il prologo de La Compagnia dell’Anello racconta gli eventi relativi alla Seconda Era, in cui sono stati forgiati gli anelli, che verrà esplorata nella serie TV di Amazon.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.