Elton John su Michael Jackson: “Non era a suo agio nel mondo degli adulti”

Il cantautore britannico racconta che negli ultimi anni il Re del Pop appariva disturbato e fuori controllo

18
CONDIVISIONI

Le ultime indiscrezioni di Elton John su Michael Jackson contenute nell’autobiografia Me del cantante britannico, in uscita domani 15 ottobre, si aggiungono ai tanti racconti sul Re del Pop esplosi dopo il maldestro scandalo sollevato dal docufilm Leaving Neverland di Dan Reed. Secondo Radar Online, che ha riportato qualche estratto, la voce di Candle In The Wind avrebbe descritto Michael Jackson come “mentalmente disturbato” riferendosi agli ultimi anni di vita dell’artista di Thriller.

Secondo un primo estratto, Elton John avrebbe raccontato:

Conoscevo Michael Jackson da quando aveva 13 o 14 anni, ed era semplicemente il ragazzo più dolce e adorabile che si possa immaginare. Negli anni successivi, tuttavia, si era progressivamente isolato dal mondo e dalla realtà proprio come fece Elvis Presley.

Secondo Sir Elton, lo stato mentale del Re del Pop subì un cambiamento a seguito del successo di Thriller, che lo consacrò a mito mondiale del pop e del ballo. Da quel momento, racconta il cantautore: “Solo Dio sa cosa gli passava per la testa e sempre e solo Dio sa con quanti farmaci lo bombardavano, ma ogni volta che lo incontravo nei suoi ultimi anni di vita mi accorgevo che quel povero ragazzo aveva completamente perso il controllo.

I principali tabloid si concentrano sul racconto che Sir Elton riporta in merito a una cena nella sua residenza alla quale aveva invitato Michael Jackson. Erano gli anni ’90 e il cantautore britannico notò che il Re del Pop si era alzato dal tavolo senza dire una parola. Poco dopo lo ritrovarono a giocare come se niente fosse con il figlio undicenne della governante. Nel ricordare tale episodio, Sir Elton afferma: Non era a suo agio nel mondo degli adulti.

Quest’ultima affermazione si collega, indirettamente, alla testimonianza di Slash che durante un’intervista ricordò che il Re del Pop si sentiva felice solamente sul palco, ma le indiscrezioni pubblicate nelle ultime ore fanno intendere, erroneamente, che l’ex Jackson5 fosse clinicamente pazzo. Sir John, piuttosto, sembra sottolineare quanto Jackson fosse provato e dal peso del successo planetario e dalle cure intensive che interessavano i suoi problemi di salute.

Il ricordo di Elton John su Michael Jackson degli ultimi anni, inoltre, sembrano riferirsi alle continue calunnie per le false accuse di abusi sessuali che il Re del Pop dovette subire da stampa e diffamatori nonostante l’assoluta innocenza dimostrata dall’FBI e dai tribunali.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.