Tre finali per Code Vein: la guida per sbloccarli tutti

Tre finali di difficoltà crescente tratteggiano l'intreccio narrativo dell'ultimo soulslike firmato Bandai Namco. Scoprite con noi come vederli tutti!

Ora che Code Vein è disponibile nei negozi di tutto il mondo nelle versioni PlayStation 4, Xbox One e PC, tutti i fan di Dark Souls possono godersi un soulslike non troppo ostico, dal delizioso stile anime. Vi abbiamo parlato dei pregi – e dei pochi difetti – dell’ultima fatica di Shift prodotta da Bandai Namco nella nostra recensione – che potete recuperare a questo indirizzo. Una creatura poligonale che ha saputo ammaliarci, e che lascia ampio spazio di manovra per possibili sequel, così da delineare una saga vera e propria.

Code Vein ci trasporta in un mondo post apocalittico in cui Redivivi, sangue e sopravvivenza si alternano in una danza affascinante e crudele, fino ad arrivare agli inevitabili titoli di coda dopo circa 40 ore di gioco. Come spesso accade nei titoli ruolistici, anche in questo caso è poi possibile sbloccare diversi finali. Il team di sviluppo nipponico ne ha confezionati ben tre, via via più ostici da ottenere. In questa guida andrò a svelarvi come fare, così da poter magari puntare a collezionare tutti i Trofei e gli Obiettivi messi a disposizione.

Il primo finale di Code Vein è quello negativo, e porta il nome Eredi. Come avrete intuito, per ottenerlo dovrete mettere fine alla vita degli Eredi, Redivivi che per determinate caratteristiche sono stati scelti per ospitare i Cimeli, frammenti del corpo della Regina caduta in battaglia. Di conseguenza, per sbloccare il primo finale sarete chiamati ad affrontare i vari Eredi, sconfiggerli e una volta vissuto il loro ricordo uscire dal portone proprio come avete già fatto negli altri casi. In questo modo l’Erede si farà cenere e non potrà più rigenerarsi. Il secondo finale, invece, è quello che potremmo definire neutro, e porta il nome Per l’eternità. Per farlo vostro, dovrete salvare almeno un Erede, cosa che implica il dover raccogliere tutti i vestigi legati a quel personaggio. I vestigi possono essere individuati nella mappa in cui si trovano gli Eredi, così da poter rigenerare il cosiddetto filo dei ricordi poco prima di entrare nella cripta per combattere. In questo caso, però, quando andrete a rivivere il ricordo non dovrete uscire dalla porta, ma interagire con la statua per far tornare in vita il Redivivo senza alcun segno di follia nel suo sangue.

A chiudere il cerchio, Code Vein presenta anche un terzo finale positivo, quello più difficile da vedere e chiamato L’abitante dell’ombra. Per ottenerlo sarà prima di tutto necessario ritrovare tutti i vestigi nelle relative mappe e aver ripristinato i vari ricordi, per poi affrontare i quattro Eredi. Nella loro memoria, dovrete salvarli interagendo con la statua del Redivivo. Non solo, un altro requisito per vedere il vero finale è quello di individuare e sbloccare tutti i vestigi di Eos per Io: dovrete necessariamente ritornare fuori la cripta di ogni Erede dopo averli sconfitti per mettere le mani su quattro vestigi, mentre quelli mancanti sono disseminati nell’area finale, il Centro Governativo Provvisorio.

Offerta
CODE VEIN - - PlayStation 4
  • Immergiti nel mondo di Codice Vein attraverso una serie di dungeon...
  • Un' esperienza unica con una direzione artistica in stile anime

Vi ricordiamo ancora una volta che Code Vein è già disponibile in edizione fisica e digitale su PS4, Xbox One e PC.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.