Parte da Milano il tour di Francesco Renga, 29 canzoni in scaletta e un bagno di folla: “L’Altra Metà siete voi”

Inizia con un doppio concerto al Teatro Arcimboldi di Milano il tour di Francesco Renga per l'album L'Altra Metà. Abbiamo assistito alla prima data!

Parte dal Teatro Arcimboldi di Milano venerdì 11 e sabato 12 ottobre L’Altra Metà Tour di Francesco Renga. Il concept dell’album trova spazio sul palco attraverso una serie di specchi, affinché ognuno si rispecchi nell’altra metà di sé. Gli specchi vengono ripresi anche dalla giacca dell’artista, sul finale.

Bellezza, sogni, amore: per l’apertura del nuovo tour Francesco Renga ha scelto quattro canzoni importanti collocate all’interno di una scaletta ben studiata che concede il giusto spazio alla maggior parte delle sue hit, seppur con qualche grande assente. L’Altra Metà apre il concerto seguita da L’Unica Risposta, La Tua Bellezza e Nuova Luce.

29 i brani eseguiti dal vivo dall’artista, che rompe il ghiaccio chiacchierando con il suo pubblico: “Non vedevo l’ora di tornare in concerto perché tutto quello che ho realizzato diventa reale qui. La musica diventa qualcosa di tangibile, è l’espressione più sincera e questo è il momento speciale per condividerla”.

L’amore, il grande protagonista delle sue canzoni, della sua vita; l’amore in ogni sua forma e sfaccettatura. L’amore è tutto. Quando manca, quando c’è, quando lo perdiamo e quando crediamo di averlo perso, influenza la nostra intera esistenza e la condiziona drasticamente. Francesco Renga racconta anche l’amore più puro, quello che lega mamma e figlio e ricorda la scomparsa di sua madre, quando aveva appena 18 anni.

“L’amore mi ha messo in ginocchio”, spiega. “Non parlo mai di mia madre ma ne voglio parlare con voi. Dopo averlo offeso, con la rabbia di un ragazzo di 18 anni che si sente abbandonato, questo stesso amore una notte è tornato a salvarmi. La prima canzone che ha scritto è quella dedicata alla donna che lo ha lasciato troppo presto, Ancora Di Lei, che non poteva mancare in concerto.

C’è il trionfo al Festival di Sanremo 2005 con Angelo, il brano dedicato alla figlia Jolanda. C’è anche il Festival di Sanremo 2014, quello che ai suoi fan ha lasciato l’amaro in bocca perché Vivendo Adesso avrebbe meritato quantomeno il posto sul podio. Quell’anno ogni Big presentava due pezzi, il secondo per Renga era A Un Isolato Da Te.

Si interrompe più volte e si chiede di cosa realmente ci sia bisogno al mondo. Lo specchio serve anche a questo: al confronto con noi stessi e con gli altri. Riflette e ci aiuta a riflettere.

“Forse dovremmo smettere di scappare e capire quello che ci manca davvero; forse è davanti a noi o vicino a noi”. Francesco Renga illumina il pubblico presente in teatro per guardare ogni fan negli occhi. Un fascio di luce riflesso proprio in uno specchio si ingrandisce nel rivolgersi al pubblico ed illuminarlo tutto. Canta Era Una Vita Che Ti Stavo Aspettando.

“La nostra esistenza ruota intorno all’amore”, continua; “Per Platone l’altra metà era l’altra metà dell’anima. Come si può definire l’amore? Forse non si può ma certamente lo si può cantare”: introduce con queste parole un altro dei suoi successi, L’Amore Altrove, mentre scende in platea tra il pubblico per stringere qualche mano.

Scriverò Il Tuo Nome, Prima O Poi, Il Mio Giorno Più Bello Nel Mondo e Guardami Amore chiudono la scaletta prima del bis sulle note di Aspetto Che Torni e del gran finale con Raccontami. Renga lascia il palco con una dichiarazione d’amore al suo pubblico: L’Altra Metà siete voi.

Non era in piena forma vocale ma è un imprevisto del mestiere: l’Artista dall’artista si riconosce anche dal modo di affrontare gli inconvenienti della vita per portare a casa un risultato soddisfacente. Il concerto di Francesco Renga è uno spettacolo che vale la pena vedere almeno una volta per tour, un viaggio nel suo grande repertorio artistico, non solo nell’ultimo progetto discografico.

SCALETTA
L’Altra Metà
L’Unica Risposta
La Tua Bellezza
Nuova Luce
Comete
L’Odore Del Caffè
Migliore
Vivendo Adesso
Ancora Di Lei
Angelo
A Un Isolato Da Te
Ci Sarai
Era Una Vita Che Ti Stavo Aspettando
Il Bene
Meravigliosa
Dove Il Mondo
L’Impossibile
Cambio Direzione
L’Uomo Senza Età
Ferro e Cartone
Faccia Al Muro (La Nuda Verità)
Un’Ora In Più
L’Amore Altrove
Scriverò Il Tuo Nome
Prima O Poi
Il Mio Giorno Più Bello Nel Mondo
Guardami Amore
Bis:
Aspetto Che Torni
Raccontami

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.