Nel trailer de L’Immortale Ciro si racconta portando sullo schermo un po’ di Gomorra: il commento di Salvatore Esposito

Le prime immagini de L'Immortale ci riportano in Gomorra, quale sarà la storia di Ciro?

1
CONDIVISIONI

C’è un po’ di Gomorra nel primo trailer ufficiale de L’Immortale, il film dedicato proprio a Ciro di Marzio chiamato a raccontarsi tra presente e passato in quello che possiamo definire un film di formazione, almeno in parte. Nelle prime immagini del film al cinema dal 5 dicembre, non mancano inseguimenti, sparatorie e scontri anche all’ombra delle ormai famose Vele ma, accanto a questo Ciro adulto e mafioso, ecco spuntare il suo io da bambino, con l’orecchino al naso e pronto a crescere in questi ambienti malavitosi dopo un evento che ha cambiato la sua vita.

Il film seguirà la crescita e formazione di Ciro, detto “l’Immortale” proprio perché è riuscito a sopravvivere al grande terremoto dell’Irpinia, un disastro che l’ha privato dei suoi genitori segnandone l’evoluzione e consegnandolo proprio al mondo della criminalità tra primi lavoretti e “istruzione” di regole e lavori.

A quanto pare, però, lo storia non sarà solo una sorta di prequel di Gomorra per raccontare la formazione e la nascita di uno dei pilastri della serie, ma potrebbe rivelare momenti inediti legati alla partenza di Ciro per la Bulgaria e, addirittura, scene che faranno da collante fra la quarta e la quinta stagione.

Ecco il trailer:

Lo stesso Marco d’Amore ha pubblicato sui suoi profili social il trailer de L’Immortale scrivendo:

“Le prime immagini in esclusiva de… #Limmortale dal 5 Dicembre al Cinema Sogni. Desideri. Ambizioni. Passioni. Emozioni. In 30 secondi. Sono per voi”.

Non è mancata la simpatica risposta del suo collega e amico Salvatore Esposito che, attualmente, si trova negli Usa per le riprese di Fargo 4: ”

“Matonna mia bella quanto mi marchi Makketiello del cuorazon. Lurtima volta mi arriccordo di te stevi in fonto al maro scuro a ciocare a fare le bolicine Como i cavalli marini o le voncole. Non veto lora di andare al cinematografo a vederti”.

Siamo sicuri che anche i fan non vedono l’ora di andare al cinema, ne sapremo di più sul film prima del 5 dicembre?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.