Death Stranding e il Game Over, parole che non si accosteranno nel titolo di Kojima

Prosegue la marcia d'avvicinamento all'uscita del nuovo titolo del mestro nipponico, non senza ovviamente nuove notizie a corredo

1
CONDIVISIONI

Che Death Stranding non sia un titolo come tutti gli altri lo si è ormai capito da lungo, lunghissimo tempo. D’altronde quando in cabina di regia c’è un personaggio del calibro di Hideo Kojima non ci si può di certo aspettare una produzione che si omologhi alla massa. A distanza di poco meno di un mese dall’esordio ufficiale del gioco sulla scena videoludica, non ha alcuna intenzione di fermarsi la macchina mediatica messa in moto da svariati mesi, che foraggia la community di nuovi dettagli che vanno a comporre il quadro che si paleserà sugli schermi nel prossimo mese di novembre.

Un quadro che sembrerebbe non avere alcuna intenzione di includere al suo interno la dicitura “Game Over”. In una recente intervista rilasciata alla rivista nipponica Famitsu, è stato lo stesso Kojima a esporre le motivazioni particolari di questa assenza. Stando al producer infatti, le morti dei personaggi potrebbero rovinare il flusso organico che una storia dovrebbe avere. Per questo motivo la dipartita del proprio alter ego digitale si manifesterà in game con cambiamenti al mondo di gioco, ma senza che alcuna schermata compaia annunciando la fine dell’esperienza (e costringendo quindi a ripartire da un checkpoint precedente, ndr).

Piuttosto, in Death Stranding il team di sviluppo ha optato per un minigioco in cui gli utenti si troveranno in una sorta di “spazio oceanico” (come è stato definito, ndr) in cui bisognerà recuperare tutti i propri oggetti per tornare nuovamente a calpestare la valle di lacrime che fa da set al gioco.

Un’esperienza assolutamente particolare quella che Death Stranding si appresta a offrire ai fan di Hideo Kojima, che prova a gettare le basi per quello che sostanzialmente è un genere inedito nel panorama videoludico.

Ricordiamo che Death Stranding è atteso all’appuntamento con gli scaffali a partire dal prossimo 8 novembre, in edizione esclusiva per PS4.

Fonte

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.