Possibile non pagare il canone RAI? Ecco i requisiti per l’esenzione nel 2019

Ecco i requisiti utili per il non pagamento del canone RAI, con relativa esenzione, nel 2019

2
CONDIVISIONI

Vi state chiedendo se avete diritto a richiedere l’esenzione dal canone RAI? Il posto è quello giusto. Tenete presente che tutti quelli che detengono un apparecchio televisivo, a prescindere dall’uso che se ne fa o dal numero dei membri della famiglia (bisogna solo risiedere nella stessa abitazione per essere conteggiati come un nucleo unico), sono tenuti al pagamento, salvo alcune eccezioni di cui vi parleremo in maniera più diffusa a seguire. Come riportato da ‘mondomobileweb.it‘, avete tempo fino al 31 gennaio di ciascun anno per dichiarare di non essere in possesso di alcun apparecchio televisivo, così come per versare quanto dovuto attraverso il modello F24 (il tutto tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate). Dal 2016 in poi il canone RAI è stato aggiunto alla bolletta dell’elettricità, per combattere il fenomeno dell’evasione fiscale.

Ricordate che il corrispettivo per la tassa in questione è di 90 euro annui, e che anche chi abita all’estero è tenuto a pagarlo se proprietario di una casa in Italia con all’interno un apparecchio televisivo. Il pagamento solitamente avviene con addebito dilazionato sulle bollette emesse dalle società elettriche in 10 rate, che partono da gennaio e finisco ad ottobre, ogni anno. C’è però chi può richiedere l’esenzione dal canone RAI, tra cui innanzitutto chi non possiede una televisione. Se rientrate in questa categoria di persone, dovrete inoltrare una relativa dichiarazione entro il 31 gennaio 2020 (slittando anche solo di un giorno vi ritroverete costretti a pagare almeno il primo semestre, con l’ammontare di 45.94 euro). La dichiarazione di non detenzione del mezzo televisivo potrà essere successivamente presentata dal 1 febbraio al 30 giugno 2020, venendo così sollevati dall’obbligo di versare la quota relativa al secondo semestre.

Chi ha compiuto i 75 anni d’età entro il 31 gennaio potrà non pagare il canone RAI (se compite i 75 anni d’età tra il 1 febbraio ed il 31 luglio, verrete sgravati solo del secondo semestre). Per riuscire ad ottenere l’esenzione, qualsiasi sia data del vostro compleanno, dovrete vivere esclusivamente con il coniuge, ed il vostro reddito non superare complessivamente gli 8000 euro annui. Tenete sempre a menta che l’esenzione dal canone RAI non avviene in via automatica, ma che bisognerà presentare, in ogni caso, una dichiarazione sostitutiva (valida anche per gli anni successivi, a patto che non decadano le condizioni richieste) per attestare di avere dalla propria i requisiti di cui sopra.

Tra quelli che possono non pagare la tassa anche i militari ed i diplomatici (tra cui funzionari, impiegati nei consolati, agenti diplomatici, militari stranieri o personale civile non avente residenza in Italia e di cittadinanza in italiana afferenti alle forze NATO), presentando anch’essi una dichiarazione sostitutiva. Ricordate che, oltre al televisore, sarete esonerati dal pagamento solo se non in possesso di altri dispositivi provvisti di un sintonizzatore per la ricezione del segnale terrestre o satellitare (non rientrano in questa categoria gli smartphone, i tablet ed i PC, da cui è solo possibile fruire di digital content a mezzo Internet). Speriamo di essere stati sufficientemente chiari e di aver sciolto ogni vostro dubbio in relazione all’argomento trattato, restando sempre a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.