La reunion di Streghe in Grey’s Anatomy 16×03: drammatica, divertente e un po’ magica (Recensione)

Ecco come è andata la reunion di Streghe in Grey's Anatomy 16x03, con Alyssa Milano e Holly Marie Combs di nuovo in scena come due sorelle

149
CONDIVISIONI

L’annunciato episodio della serie “cast from the past” di ABC per il medical drama di Shonda Rhimes è partito un po’ in sordina ma si è rivelato un bel tassello nel mosaico della saga: la reunion di Streghe in Grey’s Anatomy 16×03, con Alyssa Milano e Hollie Marie Combs come guest star, ha avuto proprio nelle due attrici il principale fattore di attrazione, anche se non sono mancate interessanti novità nelle altre storyline.

La Milano e la Combs, interpreti rispettivamente di Phoebe e Piper Halliwell in Streghe nelle otto stagioni della serie in onda dal 1998 al 2006, si sono ritrovate in scena in Grey’s Anatomy nell’ambito di un’iniziativa di ABC che prevede apparizioni di volti storici di vecchie serie tv riuniti in serie diverse rispetto a quelle in cui siamo stati abituati a vederle.

Le due attrici hanno ritrovato sul set di Grey’s Anatomy la showrunner Krista Vernoff, che fu sceneggiatrice di molti episodi di Streghe e che le ha volute per un’apparizione congiunta nel medical drama. La trama scritta per loro è parsa inizialmente un caso medico come tanti, ma ha riservato delle sorprese.

I riferimenti alla serie che le ha consacrate a star della tv non sono mancati: Milano e Combs, per la loro reunion di Streghe in Grey’s Anatomy 16×03, hanno interpretato Hailey ed Heidi, sorelle in conflitto che si ritrovano al capezzale di Heather, una terza sorella con la quale non hanno rapporti da tempo. Tre sorelle con nomi dalla stessa iniziale (come erano Prue, Phoebe e Piper), che non a caso iniziano con la H (le Halliwell). E sono anche orfane di madre, proprio come le tre protagoniste di Streghe. Come i loro storici personaggi, quello della Combs è più maturo e riflessivo, quello della Milano è più istintivo e spirituale. La morte cerebrale della terza sorella (come in Streghe fu la morte della nonna) le riunisce e fa riemergere le loro differenze, tra accuse e recriminazioni reciproche, con teorie opposte sul da farsi: confidare in un miracolo o staccare la spina? Quando entrambe si convincono di dover lasciar andare la sorella ormai defunta, come per magia squilla il telefono di Heidi: a chiamarla è Heater, ma non dall’aldilà, come ipotizza Hailey. Il presunto miracolo o la prodigiosa magia, che dir si voglia, è in realtà un clamoroso errore: la donna cerebralmente morta non è la loro sorella, ma una donna che ha rubato la borsa ad Heater. L’errore di identificazione della paziente ha fatto il resto, con la conseguenza che Webber ha staccato la spina alla donna sbagliata. Il finale della vicenda è tutto un inno al perdono, al senso di famiglia e, guarda caso, alla sorellanza, il pilastro tematico di Streghe.

Nonostante all’inizio la vicenda suonasse banale e un po’ noiosa, in realtà la sua evoluzione passata dal dramma alla commedia è stato un omaggio simpatico e tenero ad una serie che ha segnato l’infanzia e l’adolescenza di molti, fino ad essere oggetto di un controverso reboot lo scorso anno.

La Milano e la Combs hanno interpretato due personaggi che ricordano molto quelli di Streghe e i riferimenti alla serie – dai nomi alle caratteristiche delle sorelle – sono stati disseminati lungo tutto l’episodio. Sicuramente si poteva fare di meglio, ma in fondo non è mancato nulla a questa reunion (se non le altre interpreti della serie, Shannen Doherty e Rose McGowan).

La restante parte dell’episodio ha visto Jackson entrare in intimità con Vic, Jo fare il suo primo intervento da strutturato applicando la tecnica dei microfegati di Meredith con quest’ultima in collegamento video dall’esterno dell’ospedale, Teddy tornare a lavoro grazie alla proposta di Owen di restare a casa con la bambina (un grande passo avanti per Hunt rispetto ai suoi trascorsi con Cristina, riconoscere che una donna sia più felice a lavoro che a fare da mamma). E poi Amelia e Link prendere atto che diventeranno genitori: l’entusiasmo di Meredith alla notizia che sarà zia è fin troppo ostentato per la Grey, solitamente ipercritica con la cognata ma stavolta più che felice della sorpresa.

La storyline più interessante dell’episodio resta comunque quella che ha visto le due sorelle Combs e Milano ricevere una lezione di vita dall’ex capo Webber.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.