Arriva la serie tv Longinus di Dario Argento, un thriller tra le Alpi e Siena per il maestro dell’horror

Annunciata la serie tv Longinus di Dario Argento, prodotta da BIM: primi dettagli sul thriller internazionale

295
CONDIVISIONI

Sarà sicuramente uno dei titoli più attesi dei prossimi mesi: BIM Production e Publispei hanno annunciato la produzione della serie tv Longinus di Dario Argento, che è il primo progetto del maestro horror italiano dal 2012.

Con un titolo che è un riferimento al nome del soldato romano che trafisse il fianco di Gesù in croce con una lancia per confermare la sua morte, sarà una miniserie dalla trama sospesa tra reale e soprannaturale, un racconto di delitti misteriosi condito da antichi enigmi ed elementi esoterici.

Primo progetto annunciato dalla nuova unità produttiva di BIM di proprietà di Wild Bunch, sotto la guida di Riccardo Russo (già produttore de I Medici quanto era responsabile dei contenuti internazionali presso Lux Vide), la nuova serie tv di Dario Argento Longinus sarà un viaggio nell’immaginazione “oscura e terrificante” del regista di Suspiria e Profondo Rosso.

Questa serie d’autore destinata al mercato internazionale sarà ambientata tra le Alpi francesi di Grenoble e la città di Siena, durante lo svolgimento del celebre Palio, ma i dettagli della trama – così come il cast di questo thriller internazionale – restano ancora da scoprire.

Dario Argento è showrunner della serie a tutto tondo, creatore del soggetto e regista di tutti gli episodi. L’ultimo lavoro del maestro dell’horror risale al 2102 ed è stato il flop al botteghino Dracula 3D, in cui ha diretto sua figlia, Asia Argento. A 79 anni, questa serie pensata per il mercato globale è sicuramente il suo progetto televisivo più ambizioso. La sua precedente esperienza di regia di una serie tv risale al 2005 con Masters of Horror, una serie televisiva antologica americana creata dal regista Mick Garris per il canale tv via cavo Showtime.

Di recente Argento ha anche annunciato che dirigerà il film dal titolo Occhiali Neri, di cui è anche sceneggiatore, atteso nel 2020.

(Foto: @piccoloamerica).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.