Come sarà La Casa di Carta 4, meno azione e più dramma: parla Álex Pina

Prime anticipazioni su La Casa di Carta 4, la nuova stagione in arrivo su Netflix nel gennaio 2020: lo showrunner promette momenti drammatici

327
CONDIVISIONI

Dopo la rivelazione di Rodrigo de la Serna che ha annunciato l’uscita dei nuovi episodi per gennaio 2020, le prime anticipazioni su La Casa di Carta 4 cominciano a trapelare dai creatori della serie.

La terza parte si è conclusa con diversi cliffhanger, dal tiro a segno su Nairobi alla cattura di Lisbona (aka Raquel) fino all’atto di guerra dichiarato dal Professore e dalla sua squadra allo Stato.

I successivi 8 episodi in arrivo su Netflix a gennaio sono già stati girati quest’estate e potrebbero non essere gli ultimi, stando ai commenti degli interpreti Itziar Ituño (Raquel) e Alvaro Morte (il Professore Sergio Marquina). La quarta stagione sembra dunque aprirsi all’insegna della drammatizzazione dello scontro: come farà la banda ad uscire dalla Banca Centrale di Spagna con Nairobi in fin di vita e l’assedio delle forze di polizia guidate dalla feroce ispettrice Alicia Sierra (Najwa Nimri, la Zulema di Vis a Vis)?

Il creatore Álex Pina e lo sceneggiatore Javier Gómez Santander ne hanno parlato in un’intervista a DF Style, anticipando un po’ come sarà il tono de La Casa di Carta 4.

Penso che la prossima stagione sarà una bomba per molte ragioni. Arriviamo ​​dalla terza stagione con una sensazione di vertigine perché era la prima volta che producevamo per Netflix. Abbiamo finito con un primo round e abbiamo dovuto dimostrare che potevamo progettarne uno nuovo con più adrenalina e forza. In questa quarta stagione, ciò che ci riproponiamo è di fermarci per un po’. Ridurre la velocità in modo da poter assaporare in modo drammatico alcuni personaggi e poi colpire di nuovo a metà stagione. È una stagione molto speciale e con bombe molto potenti.

Evidentemente, dunque, si partirà dal dolore dei personaggi per le sorti di Nairobi, Lisbona e lo stesso Professore costretto a nascondersi dalla polizia che lo sta braccando. Poi, però, non mancheranno colpi di scena improntati all’azione e all’adrenalina. E il finale potrebbe aprire le porte ad una prosecuzione ulteriore della serie, nonostante il progetto iniziale fosse quello di raccontare la rapina nell’arco di una sola stagione. Netflix deciderà di rinnovare ancora La Casa di Carta dopo aver trovato nella serie spagnola la sua gallina dalle uova d’oro?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.