Annullati i concerti di Mameli a Bologna, Firenze e Roma: info su rimborso dei biglietti e date confermate

Sono confermati i live in programma a Milano e Catania

Sono stati annullati i concerti di Mameli in programma a Bologna, Firenze e Roma. Restano invece confermati quelli attesi a Milano e Catania per i quali sono disponibili in prevendita gli ultimi biglietti.

Nella note stampa divulgata oggi si legge che l’annullamento è dovuto a “motivi discografici”, sui quali vige il massimo riserbo.

I concerti di Bologna (2 dicembre 2019), Firenze (10 dicembre) e Roma (12 dicembre) dell’Universo Tour di Mameli sono quindi annullati, senza recupero. I fan in possesso dei biglietti ne potranno chiedere il rimborso secondo le modalità di seguito.

Biglietti acquistati presso i Punti Vendita TicketOne:
Il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto esclusivamente presso il Punto Vendita in cui è stato effettuato l’acquisto entro e non oltre venerdì 20 dicembre 2019.

Biglietti acquistati online sul sito TicketOne.it o tramite call center TicketOne:
I biglietti acquistati online sul sito TicketOne.it o telefonicamente tramite i Call Center TicketOne.

Per i biglietti con ritiro sul luogo dell’evento o con ritiro in modalità Stampa A Casa, bisognerà inviare una mail a ecomm.customerservice@ticketone.it; per i biglietti ricevuti con Corriere Espresso bisognerà invece procedere alla rispedizione degli stessi a TicketOne.

La data di Milano, in programma per il 4 dicembre 2019 al Teatro Principee quella Catania, al Land La Nuova Dogana attesa per sabato 14 dicembre 2019 sono invece confermate. I biglietti per questi due live sono ancora disponibili in numero limitato su TicketOne.

Mameli è uno dei concorrenti più apprezzati delle ultime edizioni del talent show Amici di Maria De Filippi. I concerti in programma nelle prossime settimane fanno parte dell’Universo Tour il cui avvio è successivo all’album di inediti Inno, pubblicato in occasione della partecipazione al talent show Mediaset.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.