A Ligabue un riconoscimento dall’Emilia-Romagna al Premio Pierangelo Bertoli: biglietti in prevendita per la serata a Modena

Il rocker di Correggio premiato perché porta in alto il nome della regione e ne incarna i valori

A Luciano Ligabue la Regione Emilia-Romagna attribuisce un importante riconoscimento in occasione del Premio Pierangelo Bertoli 2019.

Già vincitore del Premio Pierangelo Bertoli per quest’anno, Ligabue verrà premiato anche dalla Regione Emilia-Romagna, la sua regione di appartenenza, riconosciuto come uno degli esponenti che ne porta in alto il nome e ne sposa i valori.

Il premio – che si aggiunge a quello già attribuito all’artista – verrà consegnato venerdì 18 ottobre da Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, durante la serata finale del Premio Pierangelo Bertoli. L’evento è in programma al Teatro Storchi di Modena e Ligabue riceverà un dipinto del Maestro Franco Ori raffigurante un suo ritratto.

Il Premio Pierangelo Bertoli, con la Direzione Artistica di Alberto Bertoli e Riccardo Benini, è indetto dall’Associazione Culturale Montecristo, con il Patrocinio di Regione Emilia-RomagnaComune di Modena e Comune di Sassuolo, e la collaborazione di BPER BancaSiae – Società Italiana Degli Autori Ed Editori, Arci Nazionale Circuito MusicaleArci RealArci ModenaCantine Riunite CivRadio Bruno e TRCˋ ER24 (canale 518 satellitare).

Il Premio Pierangelo Bertoli 2019 è aperto al pubblico. Per partecipare è necessario acquistare i biglietti disponibili in prevendita sui circuiti VIVATICKET e HAPPYTICKET. I biglietti sono acquistabili anche direttamente al Teatro Storchi di Modena in Largo Garibaldi, 15.

I prezzi vanno dai 15 euro per un posto nella seconda galleria ai 28 euro per un posto nell’ingresso platea. Il settore dei palchi è in vendita al prezzo di 25 euro e la balconata a 23 euro; per la prima galleria bisognerà pagare 20 euro. Per informazioni sono a disposizione i numeri 059331355 e 0592136021.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.