Los Angeles è il nuovo singolo dei The Kolors e Gué Pequeno, l’erede di Pensare Male resta in testa al primo ascolto (testo e video)

Dopo il feat. con Elodie, i The Kolors lanciano Los Angeles con Guè Pequeno!

1
CONDIVISIONI

Da oggi è disponibile il nuovo singolo dei The Kolors, Los Angeles, con Guè Pequeno; su YouTube è disponibile il video ufficiale realizzato a Robecco Sul Naviglio, in provincia di Milano, che il gruppo ha voluto dedicare all’amico scomparso a marzo, Nelson Campbell.

Al termine del video, la dedica al giovane che ha perso la vita negli scorsi mesi, un modo per ricordarlo in un momento particolarmente intenso e florido del percorso artistico dei The Kolors.

Los Angeles segue il grande successo di Pensare Male, il brano in featuring con Elodie Di Patrizi, singolo che con oltre 17 milioni di stream ha conquistato il disco di Platino e il numero 1 della Classifica Earone per tre settimane consecutive.

Ora i The Kolors regalano ai fan un pezzo dalle sonorità seventies ed eighties che cattura in una polaroid uno stato d’animo, dal sound tipicamente The Kolors che resta in testa al primo ascolto.

Los Angeles è un brano che inizia da un bicchiere in un bar italiano e termina sull’infinito lungomare di L.A., come se la lontananza fosse solo un concetto astratto. Il video è diretto da Gianluigi Carella e traduce in immagini quanto Stash Fiordispino e i The Kolors presentano insieme a un rapper di tutto rispetto: Guè Pequeno.

Il risultato è un brano da riascoltare assolutamente, che dominerà le classifiche autunnali.

TESTO

Sembra che parlo con il muro
facciamo a gara a chi è più duro
mi serve stare lontano
lontano da te
sì te ne ho dette di cazzate
diglielo pure alle tue amiche
quelle che fanno paura,
paura anche a te
E la sigaretta vorrei non finisse più
Quante notti in bianco dentro a un calice
forse non ci andremo più
io e te a Los Angeles
sai quando ridi ma in realtà
vorresti piangere
l’ultimo drink e torno a casa
senza te
G u è
su questo aereoplano
dall’alto Milano
è così piccola e bella
che mi ricorda te
è come se fosse sul palmo della mia mano
ma se lo stringo ho soltanto un drink vuoto
e cenere
dici che sono bravo solo quando dormo
un altro euro un altro giorno
colpa di quello che mi gira attorno
sono rimasto sottofondo
senza senno, senza sonno
LA, sto volando posto 1A
con lei, tu rimani con qualcuno là
ok, c’est la vie, la mia vita
brucia in fretta come una siga
E la sigaretta vorrei non finisse più
Quante notti in bianco dentro a un calice
forse non ci andremo più
io e te a Los Angeles
sai quando ridi ma in realtà
vorresti piangere
l’ultimo drink e torno a casa
senza te
Ci credi che a volte
vorrei chiederti come stai
ma poi non lo faccio mai
sfidando la notte
cercando risposte lo sai
molto meglio non averle mai
Quante notti in bianco dentro a un calice
forse non ci andremo più
io e te a Los Angeles
sai quando ridi ma in realtà
vorresti piangere
l’ultimo drink e torno a casa
senza te

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.