Tante reunion agli Emmy 2019, dal Trono di Spade e Killing Eve a Mad Man. E Friends? (Foto e video)

Tante reunion agli Emmy 2019 tra una premiazione e l'altra degli Oscar della Tv, ma la sorpresa più attesa, quella di Friends, non c'è stata...

7
CONDIVISIONI

Tra una premiazione e l’altra, sul red carpet o in platea, non sono sfuggite agli occhi degli spettatori più attenti le tante reunion agli Emmy 2019 tra interpreti che si sono ritrovati magari a distanza di anni dalla loro collaborazione in una serie tv o semplicemente lontano dal set su cui stanno attualmente lavorando.

Ovviamente la più attesa era quella dei protagonisti del Trono di Spade, che si è concluso nella scorsa stagione televisiva col suo controverso ottavo capitolo: il cast (quasi) al completo è salito sul palco del Microsoft Theater di Los Angeles la notte del 22 settembre per impalmare la vittoria come Miglior Serie Drammatica, a dispetto delle proteste del pubblico per il suo deludente finale. Ma ben prima di quel momento c’è stata un’altra reunion targata Game of Thrones che ha mandato in visibilio il pubblico sui social, quella tra Kit Harington e Sophie Turner: i due fratelli sullo schermo Sansa Stark e Jon Snow si sono abbracciati teneramente e a lungo già prima dell’inizio della serata, come mostra un video pubblicato su Twitter dall’editorialista di The Hollywood Reporter Scott Feinberg.

I due attori erano entrambi nominati per i loro ruoli nell’ottava stagione della serie, Harington come Miglior attore protagonista e Turner come Miglior attrice non protagonista (premi poi vinti rispettivamente da Billy Porter per Pose e Julia Garner per Ozark).

Una splendida immagine di amicizia e solidarietà femminile sta nell’abbraccio di Sandra Oh a Jodie Comer per celebrare la vittoria di quest’ultima nella categoria in cui erano entrambe candidate, Miglior Attrice Protagonista per Killing Eve: lo scorso anno fu Claire Foy con la sua interpretazione della Regina Elisabetta in The Crown a scippare la corona – è il caso di dirlo – alla favorita della categoria, Sandra Oh, mentre quest’anno ad aggiudicarsi il premio è la Comer. Sorridente e senza fare una piega, l’ex Cristina Yang di Grey’s Anatomy ha accolto con un abbraccio affettuoso la collega di set che ha portato a casa la statuetta.

Grandi abbracci anche tra la Oh e Phoebe Waller-Bridge, che è stata la sceneggiatrice della prima stagione di Killing Eve.

Tre anni dopo la fine della serie House of Lies di Showtime, Don Cheadle e Kristen Bell si sono ritrovati sullo stesso palco quando hanno consegnato il premio alla Garner come Migliore Attrice Non Protagonista in una serie drammatica.

Mentre Jimmy Smits e Bradley Whitford di The West Wing hanno celebrato un anniversario importante con un breve discorso: “Bradley ed io eravamo in uno show che ha debuttato nel 1999, esattamente vent’anni fa oggi” ha ricordato Smits, mentre Whitford ha aggiunto ironicamente “e siamo rimasti esattamente uguali!“, prima di introdurre la premiazione della miglior sceneggiatura per una miniserie o film.

Infine, dopo che Jon Hamm ha annunciato la vittoria di Chernobyl come Miglior Miniserie, il suo collega in Mad Men Jared Harris è apparso sul palco per celebrare la statuetta e lo ha abbracciato.

Ma che fine ha fatto la reunion più attesa? Quella di Friends, annunciata come possibile sul palco degli Emmy 2019 per una premiazione nel giorno esatto dell’anniversario dei 25 anni dal debutto della serie, in realtà non c’è stata. Lisa Kudrow e Courteney Cox (Phoebe e Monica nella sit-com NBC) hanno trascorso la serata insieme come dimostrano le loro foto su Instagram, probabilmente seguendo gli Emmy, ma niente da fare per chi sperava di rivedere il sestetto di amici di Manhattan salire di nuovo su un palco insieme.

View this post on Instagram

Trying to play it cool with all this heat. #friends25

A post shared by Courteney Cox (@courteneycoxofficial) on

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.