Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2020? Prime indiscrezioni sui co-conduttori

Le prime voci sulle presenze all'Ariston per i 70 anni del Festival della Canzone Italiana

45
CONDIVISIONI

Chiara Ferragni al Festival di Sanremo 2020? Potrebbero essere in corso trattative. Lo riferisce il settimanale Vero, in edicola questa settimana, che parla della possibilità di una conduzione a due. Oltre ad Amadeus, infatti, proprio Chiara Ferragni potrebbe condurre la kermesse canora dedicata alla musica italiana ma nulla è ancora stato definito.

Quel che è certo è che la macchina del Festival si è messa ormai in moto ufficialmente da più di un mese e dopo l’annuncio della direzione artistica di Amadeus, anche conduttore dell’edizione numero 70, resta da definire tutto il resto. In primis i dettagli sulla gara dei Campioni; già definiti invece quelli sull’accesso delle Nuove Proposte al Festival.

Co-conduttori e co-conduttrici, ospiti ed eventuali tributi: nulla è ancora stato ufficializzato. Nel frattempo Amadeus ha rilasciato un’intervista a Sorrisi e Canzoni TV ma null’altro al momento è dato sapere. I Big in gara, in effetti, non verranno annunciati prima del mese di gennaio, in ritardo di qualche settimana rispetto al tradizionale annuncio che anticipava le vacanze di Natale.

Co-conduttori e co-conduttrici, però, potrebbero essere annunciati in concomitanza con la firma dei vari contratti. Tra gli ospiti spunta il nome di Fiorello: non è un segreto che Amadeus aspiri a portarlo nuovamente all’Ariston. Chiara Ferragni invece potrebbe contribuire a svecchiare la kermesse che nell’edizione numero 70 dedicherà spazio anche a coloro che hanno fatto la storia di Sanremo.

70 anni di emozioni e di musica verranno sicuramente celebrati e dal passato Amadeus porterà all’Ariston tributi, contributi e forse ospiti. Resterebbe da raggiungere, a questo punto, il target giovane e il nome di Chiara Ferragni potrebbe fare la differenza.

Non è la prima volta che la fashion blogger appare tra i possibili volti in lizza per l’Ariston. Forte del successo del film Unposted, premiato al botteghino, il prossimo forse potrebbe essere l’anno giusto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.