Llorente è meglio di Icardi. Il paradiso di Milik può aspettare. Napoli da scudetto come Inter e Juve

Super Llorente lancia il Napoli verso lo Scudetto. Inter rullo compressore, Juve in affanno. Milik alla ricerca della condizione migliore

146
CONDIVISIONI

Il Napoli ha fatto un affare enorme con Llorente. Mentre Icardi annaspa al PSG, Llorente ha conquistato a suon di reti e prestazioni super tutti i tifosi azzurri.

Anche a Lecce, nella prima sfida del tour de force che attende il Napoli fino allo prossima sosta di Ottobre, Llorente è stato sugli scudi come era avvenuto nel debutto trionfale di Champions contro il Liverpool.

Tanto contro i Campioni d’Europa quanto contro i neo promessi salentini Llorente ha messo in pratica la dura legge del gol stendendo al tappeto gli avversari.

L’attaccante, accolto a Napoli con qualche scetticismo di troppo, ha dimostrato quanto felice sia stata l’intuizione di Giuntoli ed Aurelio De Laurentiis nonostante una “delusione” decisamente eccessiva e fuori luogo di una parte della tifoseria.

Icardi sarebbe stato un colpo formidabile, ma Llorente serve eccome al Napoli tanto in Italia quanto in Europa. Scudetti e competizioni internazionali si vincono con giocatori di alto profilo: tecnica, intelligenza tattica, ottima condizione fisica, esperienza. Appunto, giocatori come Llorente.

La stagione è appena cominciata. La volata verso l’Ataturk, dove si giocherà la finale di Champions, e lo striscione del traguardo è appena cominciata. Ma il Napoli insieme ad Inter e Juve è saldamente nel plotone di testa. E con un super Llorente così è lecito sognare dando a Milik, finalmente sceso in campo, il tempo di trovare la giusta condizione per una stagione da protagonista. Il polacco con il passare delle partite diventerà un arma letale per Carlo Ancelotti

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.