Seriamente a rischio HarmonyOS su Huawei P40: un disastro ARK Compilier per le app

Proviamo a concentrarci sulla situazione che si è venuta a creare in questi giorni per gli utenti

7
CONDIVISIONI

Sono mesi che si parla con insistenza dell’arrivo sulla scena di HarmonyOS, il nuovo sistema operativo di Huawei che dovrebbe rendere indipendente l’azienda da Google dopo le schermaglie estive che tutti conosciamo, ma ad oggi il progetto con il quale dovremmo toccare con mano il nuovo OS tramite Huawei P40 appare tutt’altro che scontato. Come stanno le cose oggi 21 settembre rispetto alle ultime informazioni che abbiamo portato alla vostra attenzione sulle nostre pagine? Effettivamente, occorre condividere il punto della situazione.

Un apprezzabile contributo in tal senso ci arriva direttamente da Android Police, fonte autorevole che stavolta si è focalizzata sul mondo degli sviluppatori. Lo stesso che gravita attorno al mondo HarmonyOS. Come ogni nuovo sistema operativo, il problema principale riguarda la disponibilità delle app. Difficile rendere attraente un Huawei P40 o qualsiasi altro device, qualora al suo cospetto ci fossero pochissime app nel market di riferimento.

I problemi nati con ARK Compiler in vista di Huawei P40

In un contesto del genere, dunque, diventa fondamentale per HarmonyOS avere la capacità di eseguire app Android con un port. Ed è proprio in questo particolare contesto che entra in gioco quello che tutti gli addetti ai lavori conoscono come ARK Compiler di Huawei. Si tratta in sostanza di un compilatore che dà un importante contributo agli sviluppatori. Come? Aiutando loro a convertire in modo semplice e veloce le rispettive applicazioni per questo sistema operativo.

Il problema nasce dal fatto che la fonte ci parli di pesantissimi difetti strutturali di ARK Compiler. Uno scenario che potrebbe precludere lo sbarco di HarmonyOS a bordo dello stesso Huawei P40. Lo strumento, ad esempio, non è ancora in grado di creare un file eseguibile, senza dimenticare il fatto che Huawei non abbia ancora lasciato il codice, benché tutto sia open source. Forti ritardi sulla tabella di marcia?

Commenti (1):
Giacomo Boschetto

Un articolo che si vanta di avere una risposta e finisce con la domanda per la quale uno è entrato per averla una risposta? La domanda mi nasce spontanea!!?? Quanti articoli avete intenzione di fare in merito a questa vicenda? No perché faccio prima a nascondere le vostre notizie in questo caso!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.