Il debutto di American Horror Story 1984 porta indietro Richard Ramirez ed è subito “crossover” con Hotel

American Horror Story 1984 ha preso il via negli Usa, qual è il vero pericolo? C'è un collegamento con Hotel?

1
CONDIVISIONI

Il momento più atteso dell’anno dai fan di Ryan Murphy finalmente è arrivato e poche ore fa negli Usa è andato in onda il primo episodio di American Horror Story 1984. I

l nuovo capitolo della serie antologica FX sarà una dedica ai film slasher anni ’80 e chi ha visto la première ha già avuto modo di capirlo e non solo per i nostri campeggiatori in balia di quello che sembra essere un violento serial killer ma anche per la presenza di Richard Ramirez che ha portato i fan a pensare subito ad Hotel. Il legame c’è davvero tra i due capitoli? Vedremo spuntare anche Lady Gaga in 1984? Le domande sui social non sono mancate in queste ore ma, naturalmente, la risposta toccherà solo ai posteri o, semplicemente, chi riuscirà a seguire la stagione fino alla fine.

Gli anni in cui la serie si svolge e quello che gli abbiano sentito dire alla povera Brooke (Emma Roberts) sembra davvero coincidere con la mattanza di Ramirez (che ha nuovamente il volto di Zach Villa) e IMDB lo riporta come regular in tutti e dieci gli episodi della serie, ma cosa ha a che fare il serial killer con l’annunciato (e pericoloso) Mr Jingles?

La serie prende il via proprio con Brooke e i suoi amici, nella Los Angeles del 1984, pronti a partire per un campo estivo per lavorare come consulenti. Prima di andarsene, Brooke viene aggredita nel suo appartamento proprio da Ramirez che le promette che diventerà famosa proprio perché sarà lui ad ucciderla. A quanto pare il killer la seguirà fino al campeggio visto che è lì che, alla fine dell’episodio, lo ritroviamo.

Il promo del secondo episodio di American Horror Story 1984, dal titolo proprio Mr Jungles, mostra nuovo sangue e vittime nel campeggio degli orrori, ma cosa si nasconde davvero dietro il nome di questo possibile villain? E’ ancora complicato dirlo:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.