Imma Tataranni, il Montalbano al femminile di Rai1, parla il cast: “Non chiamatela clone”

Imma Tataranni è destinata a cambiare la serialità italiana?

12
CONDIVISIONI

Di Imma Tataranni ne avevamo già parlato nei giorni scorsi in occasione del rilascio del promo ufficiale della fiction con Vanessa Scalera che prenderà il via il prossimo 22 settembre, alla domenica sera.

Una donna forte, che non ha bisogno di chiedere mai, questo è quello che si evince dai primi due episodi della serie proiettati oggi prima della conferenza stampa che, di fatto, ha lanciato quella che possiamo definite il Montalbano al femminile di Rai1. I due personaggi possono essere accostati soprattutto per l’effetto “commedia” e i loro dialetti, ma quello che Mariolina Venezia ci tiene a precisare è che non dovete architettare il suo personaggio come “clone”, sicuramente non lo è.

In conferenza stampa è proprio la scrittrice che denota le particolarità del suo personaggio sottolineando il fatto che quando lei scrive lo fa andando a fondo e questo lo rende unico:

“Imma Tataranni è la forza dei deboli, delle donne, dei meridionali, di gente che, per tradizione, non ha avuto modo di autodeterminarsi. Io ho avuto la fortuna (una lunga e faticosa costruzione) di arrivare con i miei scritti a raccontare una donna del Sud, che sceglie e che non si fa scegliere… Ho combattuto per non farla diventare una macchietta e non è un clone, la versione maschile di un commissario, non è una donna di cui si ride. Abbiamo cambiato le cose con questa serie, ne siamo sicuri”.

https://twitter.com/Raiofficialnews/status/1173550114213965827

A farle eco ci ha pensato il regista Francesco Amato che in conferenza stampa ha sottolineato:

“Raccontare Imma non è facile, bisognerebbe raccontare due anni di vita passati con persone formidabili. La mia regia vuole solo andare incontro alla storia con la voglia di renderla chiara e limpida. Quando la fatica si faceva sentire io guardavo la Scalera nel monitor e sentivo che questa esperienza la stavamo facendo per lei, una macchiolina di colore, il realismo di un territorio e la potenza espressiva di Vanessa, questo è Imma”.

Il meridione è una caratteristica e lo sarà anche in Imma Tataranni che avrà come sfondo Matera e la stessa Basilicata che diventano parte integrante di una storia fatta di crime e di drama familiare e corale e questo potrebbe decretarne il successo o la disfatta, anche se siamo sicuri che questo rischio non ci sarà. Ciliegina sulla torta di una storia nuova e di intrecci complessi e da conoscere è lei, l’attrice che dopo tanta gavetta e teatro, è approdata in tv per Imma Tataranni, Vanessa Scalera:

L’incontro con Imma è stato folgorante, mi sono innamorata del personaggio. Ho tentato di riprodurre quello che Mariolina ha scritto, la forza, l’intemperanza.. dopo tanti anni di duro lavoro vengo ripagata così, operando un piccolo terremoto nel panorama televisivo italiano. Francesco mi ha portato per mano nel mondo della commedia, io ho sempre interpretato drammi, pensavo di non avere i toni comici e invece mi ha fatto scoprire un altro lato di me e adesso mi piace farlo.

https://twitter.com/Raiofficialnews/status/1173547068918513664

Sicuramente il personaggio di Imma è destinato a cambiare il mondo della serialità italiana regalando nuovi soggetti e la voglia di sentire donne parlare di altre donne mettendo al centro resilienza e forza, queste sono le caratteristiche del nuovo sostituto procuratore che domenica affronterà il suo primo scoglio, quello del giudizio del pubblico.

Ecco le foto direttamente dalla conferenza stampa:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.