The Crown 3 e quella discrepanza nel personaggio della Regina che non passerà inosservata

La Regina interpretata da Olivia Colman in The Crown 3 avrà una caratteristica che rappresenta un errore di continuità rispetto alle prime due stagioni...

The Crown 3 debutterà su Netflix il prossimo 17 novembre con un cast tutto rinnovato per raccontare gli anni Sessanta e Settanta del regno di Elisabetta II, ma se il pubblico è già consapevole del radicale cambio dei volti dei protagonisti per garantire credibilità alla storia, ci sarà sicuramente un fattore di discontinuità che non passerà inosservato.

Olivia Colman prenderà il posto di Claire Foy nel ruolo di Sua Maestà Elisabetta II e si è già mostrata nei panni della sovrana nelle prime foto promozionali della terza stagione, ma c’è una differenza che non è stato possibile colmare: se la Foy aveva occhi azzurri proprio come la Regina d’Inghilterra, la Colman li ha castani e reciterà senza lenti colorate.

In copertina su US Vogue, l’attrice premio Oscar per La Favorita ha raccontato di aver provato ad indossare delle lenti a contatto per mantenere una continuità del personaggio rispetto all’interpretazione della Foy, ma di non esserci riuscita per via delle sue “palpebre molto forti“.

Olivia Colman sulla cover dell’edizione americana di Vogue

I tentativi di indossarle si sono rivelati una tortura: “Era praticamente come un esorcismo: ‘Tienile premute e ficcale dentro!’” ha raccontato l’attrice, spiegando di essersi dovuta arrendere all’evidenza di non riuscire a portarle. Di conseguenza, dopo gli occhi azzurro cielo della Foy gli spettatori vedranno una Regina di mezza età dagli occhi castani.

Alla fine anche il regista Ben Caron ha accettato di buon grado che la Colman recitasse col suo colore di occhi naturale, anche per non compromettere l’interpretazione. I tentativi di farla recitare con le lenti a contatto, infatti, si erano rivelati deludenti, ha raccontato a The Telegraph:

Era come se avessimo preso tutte le sue capacità recitative e le avessimo messe al sicuro e le avessimo rinchiuse.

Anche cambiare il colore degli occhi in fase di post-produzione non è stata considerata un’opzione praticabile, perché “i suoi occhi sembravano sminuire quello che stava facendo“, di conseguenza ci sarà questo difetto di continuità tra le prime due e la terza stagione di The Crown. Un altro cambiamento cui il pubblico dovrà fare l’abitudine.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.