Il finale de La Verità sul Caso Harry Quebert su Canale5 svela chi ha ucciso Nola: perché non c’è una seconda stagione

Mercoledì 11 settembre va in onda il finale de La Verità sul Caso Harry Quebert su Canale5, che non avrà una seconda stagione

40
CONDIVISIONI

Dopo averla trasmessa in sole 4 serate, l’ammiraglia Mediaset chiude la pratica della serie: la messa in onda de La Verità sul Caso Harry Quebert su Canale5 si conclude l’11 settembre con i tre episodi finali che sveleranno il mistero relativo all’assassinio di Nola Kellergan.

La serie si conclude dopo essere stata trasmessa prima in due episodi a sera per due serate e poi con un accorpamento nei due appuntamenti successivi: vero è che questa modalità favorisce il pubblico abituato a guardare le serie in modalità binge-watch sulle piattaforme online, ma guardare tre episodi interrotti spesso dalla pubblicità non è esattamente la stessa esperienza di fruizione che si fa con lo streaming.

Canale5 ha preferito trasmettere 3 episodi a sera il 10 e l’11 settembre per concludere la programmazione della serie con Patrick Dempsey prima che la nuova stagione tv entrasse nel vivo, nonostante La Verità sul Caso Harry Quebert fosse una prima visione in chiaro e avesse debuttato con un discreto riscontro di pubblico lo scorso 2 settembre.

Ad ogni modo, la rete Mediaset ha deciso di non puntare su una programmazione classica, ma ha aumentato il numero di episodi a sera e ravvicinato le date di messa in onda, cosicché la serie si concluderà già l’11 settembre. E sarà una conclusione definitiva, visto che si tratta di una miniserie autoconclusiva e tratta da un romanzo che non ha un sequel letterario.

La Verità sul Caso Harry Quebert è infatti l’omonimo adattamento del bestseller di Joel Dicker, un thriller che si dipana su più livelli temporali proprio come mostra la serie (i fatti dell’estate 1975 e quelli del 2008), in cui la ricerca della verità citata nel titolo non è solo la caccia all’assassino di una quindicenne che aveva una storia d’amore con uno stimato scrittore trentacinquenne, ma anche la scoperta di altri misteri che riguardano tanto il protagonista Harry Quebert quanto la stessa vittima e gli altri personaggi che le ruotano intorno.

Il finale rivelerà l’identità della persona che ha ucciso Nola Kellergan, ma anche indicibili segreti che riguardano il presunto colpevole Quebert e gli altri potenziali assassini, il tutto con un’attenzione all’aspetto letterario della vicenda, sia per la presenza di un misterioso romanzo al centro della storia la cui genesi si rivelerà sorprendente – Le Origini del Male, scritto da Quebert e basato sul suo amore per Nola – sia quello che il co-protagonista Marcus Goldman sta scrivendo proprio sul processo a Quebert e la sua ricerca di una verità dei fatti da stabilire tra i tanti enigmi dell’immaginaria cittadina di Sommerdale (qui la nostra recensione).

Dopo la sua conclusione su Canale5, la serie sarà integralmente disponibile su Mediaset Play.

I tanti dubbi e misteri che avvolgono la cittadina di Sommerdale stanno per essere svelati. Non perdere gli ultimi due appuntamenti con “La verità sul caso Harry Quebert”, questa sera e domani su #Canale5!

Pubblicato da Mediaset Play su Martedì 10 settembre 2019

Commenti (5):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.