Ancora troppi Huawei P20 TIM senza EMUI 9.1: la divisione italiana si giustifica

Alcune informazioni che possono fare la differenza per tutti coloro che sono propensi ad installare in fretta il firmware

Ci sono ancora diversi Huawei P20 TIM in circolazione che, ad oggi, ancora non hanno ricevuto l’aggiornamento contenente il tanto invocato pacchetto software EMUI 9.1. In particolare, dopo qualche segnalazione giunta tra la fine di luglio e la prima settimana di agosto, il motore pare essersi inceppato, al punto che negli ultimi giorni sono diventate insistenti le richieste di informazione da parte degli utenti fermi al palo. Proviamo dunque a comprendere al meglio la situazione.

L’ultimo vero upgrade diffuso su larga scala per Huawei P20 TIM risale ad inizio 2019, quando abbiamo avuto modo di scaricare EMUI 9 secondo l’articolo pubblicato dal nostro team a suo tempo. Poi il silenzio più assoluto e la necessità del pubblico di ottenere risposte. Anche perché i benefici dovrebbero essere più significativi di quanto si possa immaginare. Proviamo dunque a capire quale sia il punto di vista della divisione italiana, che ha ritenuto opportuno intervenire sull’argomento in un gruppo tematico:

Gli aggiornamenti vengono rilasciati a scaglioni per una questione di sicurezza, pertanto normale che alcuni clienti li ricevano prima di altri. Tieni inoltre presente che i dispositivi brandizzati (TIM, Vodafone, ecc.) sono generalmente gli ultimi ad essere interessati dal rilascio.
Se desideri maggiori informazioni in merito, ti invitiamo a scriverci in privato, comunicandoci il seriale del dispositivo.
Lo trovi sulla scatola alla dicitura S/N, oppure andando su impostazioni > sistema > info telefono > stato > numero di serie.
In alternativa puoi digitare sulla tastiera dello smartphone, come se dovessi effettuare una chiamata, il codice *#06#
“.

Insomma, ancora non si hanno tempistiche definitive per gli utenti che stanno aspettando segnali sul fronte EMUI 9.1 per Huawei P20 TIM, ma adesso quantomeno abbiamo la certezza che i lavori stiano andando avanti e che tra non molto la situazione potrebbe sbloccarsi in modo definitivo per una variante dello smartphone più diffusa di quanto si possa immaginare.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.