L’appello di TicketOne dopo la legge sul biglietto nominale: “Inutile, i siti vanno chiusi”

Arriva l'appello di TicketOne dopo la legge sul biglietto nominale che continua a suscitare numerose polemiche

A due mesi dalla sua approvazione, arriva l’appello di TicketOne dopo la legge sul biglietto nominale. La principale piattaforma di vendita torna all’attacco con AgCom per rivedere i termini della manovra che ha comportato una rivoluzione nella vendita dei biglietti.

Nella giornata del 10 settembre, Eventim ha diramato una nota nella quale spiega i motivi per i quali sarebbe auspicabile la chiusura dei siti fraudolenti di mercato secondario, che in questi anni hanno contribuito alla diffusione del fenomeno:

“TicketOne sottolinea come la tempestiva e puntuale applicazione di quanto previsto dalla Legge in termini di rimozione dei contenuti, ammende e oscuramento dei siti, risulti l’unico effettivo e valido strumento di repressione del fenomeno. Pertanto, la sua mancata applicazione è di una gravità inaccettabile e non è ulteriormente tollerabile. La società non esclude di rivolgersi a breve all’Autorità Giudiziaria per avviare le iniziative suppletive del caso”.

Stefano Lionetti di TicketOne ha voluto anche rimarcare dell’importanza di oscurare i siti di secondary ticketing, poiché la misura del biglietto nominale non è servita a debellare il fenomeno, con ticket a prezzo maggiorato ancora in vendita nonostante le nuove leggi.

Le piattaforme di distribuzione si sono sempre espresse negativamente sul biglietto nominale che, a loro dire, avrebbe comportato un caos nella gestione delle vendite e un ulteriore rincaro per gli utenti, già confusi dal cambio di utilizzatore.

La lotta al mercato secondario è iniziata qualche anno fa a seguito di un lungo servizio di Striscia La Notizia che di fatto ha avviato le indagini e l’arrivo di una legge che ha portato alla decisione di rendere nominale il biglietto per eventi ospitati da location di capienza superiore alle 5000 unità.

Tra gli eventi maggiormente interessati dal fenomeno ci sono stati certamente i concerti negli stadi di Vasco Rossi e quello che ha tenuto a Modena Park, ma anche quelli dei Coldplay a San Siro nel 2017.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.