Vorrete tutti lo Xiaomi Mi MIX 4: di certo non ve lo lascerete scappare

Aspettative altissime per lo Xiaomi Mi MIX 4: un dispositivo che vi farà girare la testa

35
CONDIVISIONI

Lo Xiaomi Mi MIX 4 dovrebbe realmente presentare una fotocamera principale da 108MP ed una ricarica rapida via cavo a 40 W. Come riportato da ‘gizmochina.com‘, le indiscrezioni, che pure noi vi avevamo riportato, continuano a spingere in questa direzione. Difficile, invece, il dispositivo possa interfacciarsi con la nuova tecnologia Mi Charge Turbo, pronta al debutto con lo Xiaomi Mi 9 Pro 5G. Per il resto, lo Xiaomi Mi MIX 4 dovrebbe essere dotato di un pannello con risoluzione QHD, del processore Snapdragon 855+, avere fino ad un massimo di 12GB di RAM e 1TB di memoria interna di tipo UFS 3.0, e quindi di ultima generazione. Non dovrebbe essere in dubbio il supporto alla connettività 5G.

Manca ancora la conferma ufficiale, ma tutto lascia supporre che il dispositivo venga presentato per la fine di settembre. L’obiettivo è quello di competere con i prossimi big della telefonia mobile, vale a dire i nuovi iPhone 11, iPhone 11 Pro ed iPhone 11 Max Pro, oltre che con la serie dei Huawei Mate 30. Lo Xiaomi Mi MIX 4 dovrebbe distinguersi soprattutto per lo schermo, probabilmente un waterfall al netto di notch o fori di sorta (la fotocamera frontale sarà di tipo pop-up, come già vista a bordo degli Xiaomi Mi 9T e Mi 9T Pro).

Più di ogni altra cosa fa scalpore la fotocamera da 108MP, che dovrebbe portare la qualità degli scatti a livelli mai raggiunti prima d’ora (sensore principale da 108MP, grandangolare da 16MP e periscopico da 12MP, con capacità di zoom ottico 5x, giusto per non farsi mancare niente). La batteria dello Xiaomi Mi MIX 4 dovrebbe garantire un amperaggio di 4500mAh, ed al contempo non avere problemi di ricarica per il supporto al sistema rapido cablato a 40 W. Una gioia per gli occhi ed una potenza dirompente: questo e molto altro da un device di tal specie. Cosa ve ne pare?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.