NASA di Ariana Grande diventa uno spot dell’Agenzia Spaziale per la prima donna sulla Luna (video)

L'iniziativa degli stagisti dello Space Center che hanno trasformato NASA di Ariana Grande in un video promozionale del programma di missioni Artemis

6
CONDIVISIONI

L’immagine di Ariana Grande come icona di femminilità contemporanea si alimenta di nuove suggestioni grazie alla scelta della NASA, che ha remixato un suo brano creando una sorta di parodia a scopo educativo per promuovere la sua prossima missione sulla Luna.

Il brano in questione, manco a dirlo, è proprio NASA: gli stagisti dell’Agenzia Spaziale americana hanno remixato la canzone di Ariana Grande contenuta nell’ultimo album Thank U, Next, riscrivendone il testo per promuovere il lavoro della NASA e il suo prossimo obiettivo, una missione lunare che porterà un uomo e la prima donna in assoluto sul satellite.

Per sensibilizzare il pubblico – in particolare quello più giovane – sull’importanza dell’evento, i tirocinanti hanno deciso di sperimentare una tecnica comunicativa inedita per la NASA, quella della parodia a sfondo sociale, con un video che sulle note della canzone di Ariana Grande mostra il loro entusiasmo per gli ambiziosi obiettivi previsti dal programma di esplorazione lunare Artemis.

Non vediamo l’ora di inviare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna entro il 2024 con le nostre missioni Artemis: gli stagisti che lavorano presso il Johnson Space Center della NASA hanno remixato la canzone NASA di Ariana Grande per condividere la loro eccitazione per l’esplorazione dello spazio. I testi e le scene del video sono stati re-immaginati per informare il pubblico sull’incredibile lavoro in corso alla NASA e al Johnson Space Center. Attraverso il programma di esplorazione lunare Artemis dell’agenzia, utilizzeremo nuove tecnologie e sistemi innovativi per esplorare la Luna più che mai.

A differenza del brano di Ariana Grande che parla di una donna che chiede al suo ragazzo di rispettare i suoi spazi all’interno della coppia e usa la NASA come metafora per spiegarlo (“Non vuoi lasciarmi, ma sto provando a scoprire me stessa. Tienimi in orbita e sai che mi trascinerai giù“), gli stagisti dell’agenzia hanno modificato il testo per parlare di Spazio in senso letterale: “ISS in orbita, oh la vista ti farà meravigliare. Tornando all’orbita lunare c’è ancora altro da scoprire“.

La stessa Ariana Grande aveva visitato la NASA lo scorso maggio, recandosi allo Space Centre per incontrare gli scienziati dell’agenzia: per l’occasione, le fu regalata una tuta da astronauta personalizzata.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.