Rosy Abate 2 al via con un doppio appuntamento e un lungo promo: Leonardo ucciderà la madre?

Rosy Abate 2 ha finalmente una data ufficiale, ecco le novità sulla serie

2
CONDIVISIONI

Rosy Abate 2 ha finalmente una data ufficiale e un lungo promo che lancia questa nuova, e forse ultima, stagione dello spin off di Squadra Antimafia. Nei giorni scorsi si è parlato della messa in onda e delle novità dei nuovi episodi ma sembra proprio che nessuno si sarebbe aspettato un doppio appuntamento. Canale5 ha deciso di programmare la serie per il 18 e il 20 settembre lanciando sin da subito il suo piccolo gioiellino e sperano in un doppio successo in materia di ascolti.

La serie ripartirà sei anni dopo l’inizio del carcere per Rosy Abate e sembra proprio che sarà una sua “denuncia” a renderla finalmente libera. Sul suo destino però c’è ancora un altro problema che ha a che fare con il figlio, Leonardo, finito nelle mani di una famiglia mafiosa. Per trovarlo Rosy dovrà lasciare la sua Sicilia alla volta di Napoli e sarà lì che troverà sul suo cammino proprio il nuovo villain, Antonio Costello che, addirittura, chiederà a Leonardo di uccidere sua madre per dimostrare la sua vera natura.

Ecco il lungo promo di Rosy Abate 2:

Quando il giovane finirà per essere responsabile della morte di un’ispettrice, Rosy rinuncerà al suo sogno di una vita normale per difenderlo. Da lì in poi inizierà la sua corsa contro il tempo che la porterà a “conoscere” suo figlio ma a scontrarsi anche con quella che abbiamo conosciuto come sorella e madre di Leonardo, Regina. Lo scontro è servito tra passato e futuro mentre c’è ancora chi spera di assistere a graditi ritorni come quello di Claudio Gioè, l’amato e mai dimenticato Ivan di Meo, avvistato sul set della serie proprio durante le riprese.

Quali saranno le novità? Rosy Abate 2 prenderà il via con un doppio appuntamento ma poi dovrebbe occupare proprio la serata di mercoledì sfuggendo dal confronto diretto con le fiction e gli show di Rai1.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.