Interrotto il concerto degli Iron Maiden per disordini con la security, Bruce Dickinson: “Questo è bullismo” (video)

Secondo la stampa locale la storia è inversa: un uomo avrebbe aggredito un agente

4
CONDIVISIONI

Il concerto degli Iron Maiden del 5 settembre a Tacoma (Washington) è stato interrotto dal frontman Bruce Dickinson per alcuni disordini che si stavano creando nella prima fila. Il primo ad annunciare l’accaduto, appunto, è stato il cantante della band che ha sospeso la venue per informare il pubblico sui fatti. Secondo la sua ricostruzione, gli addetti alla sicurezza erano intervenuti in modo aggressivo contro uno spettatore.

Le parole di Bruce Dickinson sono state immortalate in un video ripreso anche da TMZ:

Dieci addetti alla security hanno fatto il cu*o a un fan degli Iron Maiden nel backstage. Ho visto uno steward sporgersi dalla transenna e dare quattro pugni in faccia a un ragazzo. Poi gli sono saltati addosso in dieci. Dieci! Non è un ca**o di incontro di MMA. Durante questo tour abbiamo suonato per centinaia di migliaia di persone e non abbiamo mai visto una cosa del genere. Non sono al corrente di tutto quello che sta succedendo stasera, non so se qualcuno è diventato pazzo e spero che quel ragazzo venga portato in ospedale, perché adesso ha delle ferite sulla testa. Se qualcuno di voi ha dei filmati di qualsiasi tipo che possano aiutare a individuare il criminale del ca**o responsabile di tutto questo si faccia avanti. È stata una cosa non necessaria e stupida. È stato un atto di bullismo, niente di più.

A seguire, Dickinson ha scelto di cantare il brano The Evil That Men Do per restare in tema con l’accaduto. Tuttavia le dinamiche dell’episodio sono ancora da chiarire e sulla stampa locale – come il Tacoma News Tribune – è stata resa nota una versione differente. Tammi Bryant, una portavoce del Tacoma Dome dove si stava tenendo il concerto degli Iron Maiden, ha riferito che la sicurezza aveva ricevuto diverse segnalazioni per la presenza di un individuo particolarmente violento e molesto che aveva aggredito un agente, rimasto ferito.

In quel momento si era rivelato necessario l’intervento dei rinforzi, che avevano accompagnato lo spettatore all’esterno per poi portarlo presso la prigione della contea di Pierce con l’accusa di aggressione. Dopo l’annuncio di Dickinson sulle ferite riscontrate dallo spettatore, la polizia di Tacoma ha richiamato tutti gli agenti per accertarsi che la situazione non fosse sfuggita di mano, ma è stato rilevato che l’unico ferito era l’agente colpito dallo spettatore.

L’identità dello spettatore non è stata resa nota. Secondo le prime informazioni, l’uomo assisteva al concerto degli Iron Maiden in stato di alterazione da sostanze stupefacenti, con la conseguenza di un comportamento aggressivo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.