The Spy su Netflix da oggi: cast, personaggi e anticipazioni dal protagonista Sacha Baron Cohen

Questo nuovo spy drama in sei episodi offre all'ex interprete di Borat e Ali G la possibilità di cimentarsi in un ruolo drammatico

11
CONDIVISIONI

L’arrivo di The Spy su Netflix è previsto per oggi, 6 settembre. La miniserie in sei episodi con Sacha Baron Cohen porta sulla piattaforma la storia di Eli Cohen, leggendaria spia del Mossad israeliano impegnata in una missione sotto copertura in Siria. Ambientata negli anni ’60, la storia è una drammatizzazione della vita dell’agente e del suo lavoro nel Paese mediorientale, nel quale vive e sviluppa un’identità parallela per assicurarsi il favore delle élite politiche e militari locali e carpire informazioni cruciali sulle manovre anti-israeliane della Siria.

The Spy è un drama creato e diretto da Gideon Raff, prodotto da Legende Films, Canal+ e Netflix e distribuito la piattaforma di streaming. Il cast comprende Sacha Baron Cohen (Eli Cohen) nei panni della spia protagonista; Noah Emmerich (Dan Peleg), mentore di Eli nel Mossad e necessaria fonte di sostegno morale per via dei sacrifici compiuti dall’agente; Hadar Ratzon Rotem (Nada), moglie di Eli, vagamente consapevole della pericolosità del lavoro del marito ma concentrata perlopiù sul suo ruolo di madre; Waleed Zuaiter (Amin Al-Hazf), militare siriano d’alto rango convinto di aver forgiato un’alleanza con Eli.

Lo spy drama di Netflix offre a Sacha Baron Cohen la possibilità di cimentarsi in un inusuale ruolo drammatico. In un’intervista alla National Public Radio l’ex interprete di Borat e Ali G spiega come per lui la figura di Eli Cohen sia sempre stata fonte di curiosità e ispirazione. Mi affascina il fatto che la sua capacità di recitare potesse essere paragonata a quella di Daniel Day-Lewis. Ha interpretato il ruolo di un uomo d’affari multimilionario di origine siriana ma cresciuto in Argentina, e ha mantenuto quest’immagine di sé per anni e anni. E in una delle prime scene [della serie], il personaggio ha persino dimenticato il suo vero nome per un istante.

Ho sempre trvato molto intrigante il tema dell’identità, di come le persone si identifichino. E Eli Cohen ha avuto due vite diverse. Da una parte era un cittadino israeliano di serie B e in condizioni di povertà, dall’altro un ricco siriano (sotto copertura). Quindi ruota tutto attorno al concetto di identità, di identità reale, di messa in discussione della stessa. […]

Quando vesto i panni di un personaggio cerco di interpretare la persona che mi sta davanti, aggiunge. Se ha qualche sospetto nei miei confronti in genere strizza un po’ gli occhi, mi squadra dalla testa ai piedi. Quindi io, sì, sto recitando, ma sto anche osservando questa persona per capire se è sospettosa o se è calma. E se avverto qualche sospetto faccio un passo indietro. Non dico niente di strano per un po’ e cerco di calarmi nella parte ancora di più. Se invece non si mostra sospettosa corro qualche altro rischio.

I sei episodi di The Spy arrivano su Netflix oggi, 6 settembre. Ecco il trailer della serie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.