Cyberpunk 2077 e il crafting, CD Projekt RED spiega come funzionerà

Assume sempre più spessore la produzione del team polacco, che con il crafting mira a dare maggiore profondità a un gameplay già abbondantemente stratificato

Sono indubbiamente elevate le aspettative per quanto concerne Cyberpunk 2077, e le proiezioni future non prospettano altro che un incremento esponenziale sotto questo punto di vista. La presenza in cabina di regia del team polacco CD Projekt RED ha ovviamente uno suo peso specifico nell’innalzare a ritmi vertiginosi l’hype dei videogiocatori, complice anche e soprattutto il grandissimo lavoro svolto dallo studio su quella che è divenuta una vera e propria pietra miliare degli ultimi anni, The Witcher 3.

Tra l’altro Cyberpunk 2077 non nasconde di certo le sue ambizioni, con gli ultimi mesi che sono stati forieri di dettagli particolarmente interessanti (e alcuni anche fonte di discussione, si legga della scelta delle inquadrature nelle cutscene). La marcia d’avvicinamento è però ancora lunga, e ovviamente il team al lavoro sul titolo non vuole lasciare i propri seguaci a secco di informazioni succulente.

Ecco perchè nelle ultime ore sono tornati a parlare attraverso i propri canali social, focalizzando le proprie attenzioni e quelle della community su come funzionerà il sistema di crafting del gioco. Sarà una componente che promette di vestire un ruolo maggiore rispetto a quanto precedentemente anticipato, vista la quantità di possibilità offerte da Cyberpunk 2077. Stando infatti alle dichiarazioni di CD Projekt RED, diversi saranno gli aspetti sui quali sarà possibile operare, dalla creazione di armature, frammenti per il Cyberware, moduli d’arma, elementi di consumo e gadget. Non è stato ancora chiaro se agli utenti verrà concessa uguale libertà anche in fase di creazione delle armi e delle munizioni, con gli sviluppatori che sono stati un po’ elusivi sotto questo punto di vista.

Quello che parrebbe essere certo è che non ci saranno restrizioni legate alle scelte di classe del personaggio, sebbene sarà fondamentale per gli utenti scegliere oculatamente dove investire tempo e risorse per ottimizzare i benefici ottenibili.

L’intraprendenza insomma mira a premiare i videogiocatori più coraggiosi che in Cyberpunk 2077 proveranno e sperimenteranno più degli altri. Ricordiamo che il titolo è atteso per il prossimo 16 aprile 2020 nelle edizioni per PS4, Xbox One, PC e Google Stadia.

Fonte

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.