Nel 2020 il lancio di iPhone SE 2: possibile il grande ritorno?

Si alzano le quotazioni di un probabile iPhone SE 2, erede del fortunato iPhone SE

16
CONDIVISIONI

Lo scorso aprile si era parlato della possibilità che Apple fosse a lavoro su un dispositivo economico, basato sull’ossatura di iPhone 8. Stando a quanto riportato da ‘PhoneArena.com‘, un altro report pare aver fatto riferimento al melafonino, che potrebbe identificarsi con il presunto iPhone SE 2, pianificato per la primavera 2020 (Bloomerg avrebbe confermato tutto).

Il device potrebbe ereditare il pannello LCD da 4.7 pollici, le cornici spesse ed il Touch ID del modello originale, al fianco del processore A13 Bionic, 128GB di memoria interna e forse 3GB di RAM. iPhone SE 2, sempre se così si chiamerà, verrà fornito con iOS 13, proprio come nel caso di iPhone 11, iPhone 11 Pro ed iPhone 11 Pro Max, che saranno presentati il 10 settembre insieme ad un nuovo iPad da 10.2 polici ed ai nuovi Apple Watch Series 5 (siamo scesi nei particolari dei prodotti in programma nel corso del prossimo keynote in questo articolo dedicato).

I pre-ordini dovrebbero partire il 13 settembre, e le spedizioni iniziare a viaggiare dal giorno 20, ai prezzi base di 749, 999 e 1099 dollari statunitensi. iPhone SE 2 potrebbe non essere il solo dispositivo a rievocare dolci ricordi: come vi dicevamo, è probabile l’azienda californiana ricorra nuovamente al Touch ID, abbandonato al momento del lancio di iPhone X. La funzione potrebbe tornare entro il prossimo anno, od al più tra un paio d’anni al massimo. Il gigante di Cupertino, stando ad alcune fughe di notizie, sta implementando una tecnologia di impronte digitali su schermo in grado di coprire buona parte del display.

Lo sviluppo è stato seguito da Apple stessa, insieme ad alcuni altri fornitori, e potrebbe farsi strada sull’ammiraglia 2020 (anche se c’è la possibilità di un ritardo che farebbe slittare il debutto della tecnologia al 2021). Il ritorno del Touch ID non pensionerebbe il Face ID: è altamente possibile i due sistemi di autenticazione coesisteranno, per permettere di sbloccare i dispositivi ed effettuare pagamenti attraverso il viso ed il dito. Cosa ve ne pare?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.