Call of Duty Modern Warfare e il crossplay, i dettagli su come funzionerà

Nessuna preoccupazione in vista per gli utenti, che potranno scegliere con quali avversari andare a sfidarsi sul campo di battaglia

Procede senza sosta la marcia d’avvicinamento a Call of Duty Modern Warfare, il nuovo capitolo della fortunata serie sparatutto in prima persona che si appresta a tornare sugli schermi riportando a galla i fasti degli albori, dopo gli ultimi capitoli che avevano un po’ perso di vista la retta via e si erano avviati verso una strada eccessivamente futuristica.

I primi approcci con Call of Duty Modern Warfare sono stati possibili proprio nelle ultime settimane, con gli sviluppatori che hanno permesso alla propria community di testarne alcune delle feature tramite una sessione alpha a cui seguiranno, nel mese di settembre, una manciata di sessioni Beta che anticiperanno il lancio del titolo sul mercato.

Non si vuole lasciare ovviamente nulla al caso negli studi di Infinity Ward, con il team di sviluppo che in questa occasione si è voluto sobbarcare anche un ulteriore onere, quello di trasformare Call of Duty Modern Warfare nel primo titolo crossplay nella storia del franchise. Impresa non da poco, considerando anche le novità a livello di gameplay che gli addetti ai lavori si apprestano a portare all’interno del gioco, e chiaramente ogni singolo elemento che andrà a comporre il comparto multigiocatore andrà accuratamente pesato per evitare di creare scompensi tra gli utenti muniti di diverse edizioni del titolo.

La preoccupazione principale della community è immancabilmente legata alle possibili differenze tra gli utenti che giocheranno con pad e quelli che fruiranno dell’imbattibile combo tastiera e mouse. Un assillo che non ha motivo di esistere, dal momento che Infinity Ward ha già pensato a tutto. Stando infatti a quanto riportato in rete nelle ultime ore, diverse opzioni (attivabili o disattivabili a propria discrezione) permetteranno ai giocatori di competere contro avversari muniti dello stesso sistema di input. Gli utenti dotati di tastiera e mouse ad esempio potranno escludere dal matchmaking quei giocatori che fruiscono dell’assistenza alla mira, mentre chi giocherà col pad potrà evitare di incrociare sul proprio cammino le combo tastiere e pad.

Ovviamente le fasi beta di Call of Duty Modern Warfare programmate per il mese di settembre permetteranno ulteriori correzioni agli sviluppatori, in modo da permettere la release di un titolo quanto più bilanciato possibile.

Ricordiamo che l’appuntamento con gli scaffali per lo sparatutto di Infinity Ward è previsto per il prossimo 25 ottobre nelle edizioni per PS4, Xbox One e PC.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.