In Watch Dogs Legion evoluto il sistema di hacking, passi in avanti per Ubisoft

Non un more of the same per questo nuovo capitolo della serie, con gli sviluppatori che hanno dato una svolta netta rispetto al passato

3
CONDIVISIONI

Siamo sostanzialmente ancora lontani dall’esordio di Watch Dogs Legion, il nuovo capitolo della serie del colosso transalpino, ma le notizie non mancano di accumularsi, permettendo ai fan di avere un quadro abbastanza completo di quella che è finora la produzione. Ubisoft non vuole lasciare ovviamente nulla al caso, per essere sicura di ottimizzare ogni singolo elemento del titolo e offrire quindi ai propri fan un’esperienza di gioco gratificante sotto ogni punto di vista.

Ovviamente in Watch Dogs Legion, così come nei precedenti capitoli della serie, grandissimo rilievo l’avrà nell’economia del gameplay l’hacking, il sistema che permetteva di avere a disposizione dati (e inquadrature delle telecamere di sorveglianza) parecchio utili nel completamento delle proprie mansioni. Ebbene pare che con questo nuovo episodio della saga Ubisoft abbia compiuto nuovi passi in avanti sotto il profilo dell’ottimizzazione di tutte le feature a questo connesse.

Stando infatti alle ultime indiscrezioni, John Cook, Art Director di Watch Dogs Legion, non si sarebbe nascosto in merito alla questione, andando a stuzzicare non poco la fantasia della community. “L’hacking è uno dei pilastri fondamentali del franchise, del marchio, e Watch Dogs Legion è l’evoluzione di ciò su cui abbiamo costruito le basi in passato – ha dichiarato, aggiungendo poi – L’idea del primo gioco era quella di profilare le persone, vederne le informazioni. Ora stai iniziando a entrare nella vita di quelle persone”.

Un cambio radicale per il modo di concepire l’hacking duro e puro, fatto di bit e sistemi informatici., per abbracciarne una nuova concezione fatta di esseri senzienti. Pasticciare con la vita delle persone risulterà intrigante almeno quanto farlo con i vari terminali del passato, e Watch Dogs Legion ne sarà la prova, con l’ingegneria sociale che beneficerà non poco del gameplay tipico della serie.

Ricordiamo che il gioco è atteso sul mercato a partire dal 6 marzo 2020 nelle edizioni per PS4, Xbox One, PC e Google Stadia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.