Carnival Row 2 ci sarà? Il finale della prima stagione lascia tutti con il fiato sospeso

Carnival Row 2 ripartirà dallo sconvolgente finale della prima stagione e il nuovo status di Philo, ecco le novità

15
CONDIVISIONI

Carnival Row 2 ci sarà oppure no? Tutti coloro che hanno già terminato la maratona della prima stagione della serie Amazon Prime possono dormire sonni tranquilli, il rinnovo c’è stato ancora prima del debutto sulla piattaforma. Non solo Carnival Row 2 ci sarà ma il finale della prima stagione ha messo già le fondamenta di quello che sarà il castello che gli sceneggiatori costruiranno per i nuovi episodi. Il fantasy a tinte noir ha conquistato gran parte del pubblico anche se qualcuno ha “denunciato” il sapore amore del déjà vu tra casi da risolvere, la complicata componente sociologica e i luoghi comuni che spesso accompagnano queste serie.

ATTENZIONE SPOILER!!

La prima stagione di Carnival Row tuttavia va sicuramente promossa così come il suo finale che rovina quell’attimo di quiete e quel lieto fine che si era palesato non solo per Philo e Vignette, finalmente insieme dopo la distruzione del villain, quando il nuovo cancelliere Jonah Breakspear istituisce misure ancora più severe contro le fae confinandole (Philo compreso) nel distretto di Carnival Row. Alla domanda sulle nostre creature mitiche di nuovo oppresse si uniscono quelle su Imogen e Agreus (che abbiamo lasciato in partenza) ma a chiarire alcune di queste cose ci hanno pensato gli stessi showrunner Travis Beacham e Marc Guggenheim in un’intervista ad EW.

Proprio quest’ultimo svela che uno dei punti centrali di Carnival Row sarà proprio la “natura” di Philo:

“Il suo è uno dei più grandi cambiamenti sismici dello spettacolo … ed è qualcosa con cui avremo davvero a che fare nella seconda stagione… È un mezzosangue.. per non parlare del fatto che, a causa di questa decisione, ha rinunciato al suo distintivo. Quindi questo mantello dell’autorità che aveva una volta non c’è più”.

La sua nuova natura e questa vita che ormai gli si prospetta davanti lo porterà ad affrontare una serie di conseguenze non solo nel suo essere interiore ma anche nel suo rapporto con gli altri, Vignette compresa: “Vogliamo stressare la loro relazione e quando torneranno li ritroveremo ai lati opposti di un problema, sarà divertente“, spiega Guggenheim.

Infine, i due svelano anche che, grazie al viaggio intrapreso da Imogen e Agreus, conosceremo altri due paesi e altre due località, oltre al Burgue, in Carnival Row 2, e questo spalancherà le porte anche a nuovi parallelismi e dettagli sia nella componente social che in quella politica della serie anche se Beacham ci tiene a precisare: “Non vorremo mai sembrare predicatori“. La seconda stagione ci piacerà?

Al momento non ci sono dettagli sull’inizio delle riprese e la messa in onda di Carnival Row 2.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.