Resident Evil 8 segretamente in sviluppo? Test riservato di un nuovo gioco fa sognare i fan

Qualcosa bolle nel pentolone di Capcom, e un manipolo di eletti potrà guardare sotto il coperchio: nuovo capitolo pronto a prendere vita?

3
CONDIVISIONI

A distanza di due anni dal predecessore per Resident Evil 8 potrebbe essere finalmente giunto il momento di uscire allo scoperto. Erano infatti i primi giorni del 2017 quando Resident Evil 7 fece la sua comparsa sugli scaffali dei negozi, con la serie si lanciava per la prima volta in un terreno inesplorato, quello della prima persona (con supporto anche al Playstation VR, la periferica dedicata alla realtà virtuale di Sony, ndr).

Un vero successo che di fatto ribalta le poche fortune che la deriva action ha avuto con il quarto, quinto e sesto capitolo, e che proietta quindi la serie targata Capcom verso nuove vette. E le nuove vette potrebbero essere esplorate molto presto, visto il mormorio che ha alimentato il fuoco dell’hype in rete, e che lascia ben sperare in vista di un arrivo in tempi non eccessivamente prolissi di Resident Evil 8.

Stando infatti alle recenti indiscrezioni, un manipolo di tester sono stati invitati dallo sviluppatore nipponico per una fase di prova in due differenti location, rispettivamente a Los Angeles (20 e 21 settembre) e New York (23 e 24 settembre).

Il riferimento alla serie è palese, sebbene non sia specificato se si tratti per l’appunto di Resident Evil 8 oppure di una possibile versione Remake del terzo capitolo. La seconda ipotesi sarebbe da scartare a priori, visto il lasso di tempo eccessivamente breve rispetto all’uscita del secondo capitolo (approdato sul mercato nel mese di gennaio di quest’anno). Ecco che quindi un nuovo capitolo della serie ufficiale che acquista sempre maggiore spessore, visto anche il tempo intercorso dal predecessore.

Quello che è certo è che il DLC Not a Hero di Resident Evil 7 lascia la possibilità di immaginare quale potrebbe essere l’evoluzione del franchise. Con i personaggi principali morti o beneficiatari di lieto fine, le attenzioni non possono che essere tutte per Chris Redfield: come ben ricordano gli utenti che hanno avuto modo di godere dell’espansioncina del settimo capitolo, questi riceveva al termine della storia una telefonata top secret che prelude ovviamente a una nuova e pericolosissima missione all’orizzonte.

Chiaramente se la fase di test in questione dovrebbe effettivamente riferirsi a Resident Evil 8 non è per nulla scontato che il titolo arrivi sul mercato in tempi brevissimi. È più che plausibile che Capcom si riservi i prossimi mesi per costruire una strategia di marketing ad hoc che consenta un lancio agevole al termine del 2020 o addirittura nei primi mesi del 2021 (magari su console next gen).

Quale potrebbe essere quindi il futuro per la serie? Diteci la vostra nei commenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.