Lunga vita al matrimonio tra Huawei e Android, ma restano dei dubbi oggi 23 agosto

Occorre un punto della situazione sulla vicenda che sta tenendo banco da mesi nel mercato smartphone

11
CONDIVISIONI

Ci sono novità interessanti che arrivano direttamente da Huawei in queste ore, in merito agli smartphone che verranno lanciati sul mercato dal produttore asiatico nel corso dei prossimi mesi. Come vi abbiamo raccontato di recente con un articolo specifico, infatti, l’azienda ha presentato il suo nuovo sistema operativo che, alla luce dei problemi diplomatici con gli Stati Uniti, si pensava potesse essere utilizzato anche nel mercato smartphone.

Le cose, però, potrebbero andare diversamente. Come riporta Huawei Central, infatti, il vicepresidente del colosso cinese, Huawei, Vincent Yang, durante un evento mediatico tenutosi mercoledì a New York ha dichiarato che l’azienda desidera continuare a utilizzare il sistema operativo di Google. Puntando, di conseguenza, ancora su Android per quanto riguarda il mercato smartphone. In sostanza, la società non ha in programma di lanciare uno smartphone HarmonyOS, secondo quanto riportato anche da Cnet .

Allo stato attuale delle cose, Huawei vuole mantenere uno standard fisso sotto questo punto di vista. Morale della favola? Harmony sarebbe stata un’opzione B per l’azienda. Interessante, però, evidenziare come a detta di Huawei Central abbia progettato HarmanyOS in fretta e furia negli ultimi tre mesi, proprio per la crisi con diplomatica con Trump. Resterebbe, pertanto, un’idea per smartphone, testandola a porte chiuse. 

Ci sono poi precedenti rapporti che hanno suggerito come questa piattaforma abbia tutte le carte in regola per fare il suo debutto a bordo di uno smartphone entro la fine dell’anno. Insomma, capitolo ancora non chiuso e vicenda che promette di regalarci ancora importanti colpi di scena nel corso dei prossimi mesi. A noi non resta che osservare con attenzione lo sviluppo dei progetti Huawei, in attesa di segnali più consistenti sulle idee del produttore asiatico. Che ne pensate rispetto a quanto maturato fino a questo momento? Fateci sapere.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.