Almeno 5 cose da sapere su Android 10 oggi 23 agosto: cosa dobbiamo aspettarci

Trapelano alcuni dettagli significativi, utili per farci un'idea di cosa avverrà a stretto giro

Si parla tanto oggi 23 agosto di Android 10, se non altro perché Google ha deciso di cambiare le carte in tavola con la nuova denominazione del suo sistema operativo per il mondo mobile. Abbiamo introdotto il discorso su alcune novità che toccheremo con mano nei prossimi a bordo del Samsung Galaxy S10, tramite l’articolo pubblicato in mattinata. Stavolta, però, ritengo necessario andare più in profondità per analizzare bene le peculiarità che avremo modo di testare tra non molto.

Grazie al contributo dei colleghi di The Android Soul, è possibile analizzare più da vicino alcune novità che sicuramente toccheremo con mano nel corso delle prossime settimane a bordo dei vari smartphone compatibili con Android 10. A partire dai prodotti Samsung e Huawei compatibili con il pacchetto software secondo quanto raccolto fino a questo momento. Proviamo a capire come stiano le cose questo venerdì.

In primo luogo la dark mode tanto attesa sarà presto realtà, al punto che con Android 10 potremo gestirla facilmente attraverso le impostazioni rapide dei nostri smartphone. In secondo luogo, dovrebbe scomparire del tutto il tasto “indietro“, se pensiamo che questa feature, con tutte le varianti del caso a seconda del comando che ci serve, sarà totalmente controllata dalle gesture (ad esempio con swipe da sinistra a destra e viceversa).

Facendo un discorso più generico, si potrebbe dire che le principali novità di Android 10 si potrebbero riassumere in punti specifici. Mi riferisco ai nuovi codec audio e video, senza dimenticare Dynamic Depth Image, Bubbles, il già menzionato arrivo del tema scuro, fino ad arrivare alla attesissime nuove gesture di navigazione ed il supporto ai temi. Insomma, non resta che attendere l’avvio della distribuzione effettiva dell’aggiornamento dapprima in beta, quindi nella versione ufficiale e definitiva di Android 10, passando così dalla teoria alla pratica.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.