PES 2020 macina licenze, conferme su EURO 2020 e rumor sulla Serie B italiana

Il titolo di casa Konami non arresta la propria corsa e continua ad aggiungere nuove licenze a quelle già presenti: la sfida a Electronic Arts è ormai lanciata

1
CONDIVISIONI

La battaglia tra PES 2020 e FIFA 20 si combatterà tra pochissime settimane sui campi da gioco digitali rispettivamente tra Konami ed Electronic Arts. Una sfida che come sempre muoverà milioni e milioni di dollari in tutto il mondo, con i fan dei due franchise che sono pronti ad allacciarsi gli scarpini videoludici e a macinare chilometri e chilometri di manto erboso finemente riprodotto.

È però palese che, nella fase d’avvicinamento alla release dei due titoli, il confronto tra i due producer si consumi su un altro campo, quello delle licenze. Una battaglia cominciata ormai da un bel po’ e che quest’anno ha visto vittime importanti tra i ranghi di FIFA 20, con PES 2020 che è riuscito ad accaparrarsi quelle legate alla Juventus (che nel titolo di Electronic Arts si chiamerà Piemonte Calcio, ndr) e a tante altre squadre – basti pensare al derby tra Boca Jr e River Plate che si giocherà in esclusiva sul titolo del producer nipponico – le cui divise e loghi ufficiali presenzieranno solo sul simulatore di Konami.

E proprio sulle licenze di PES 2020 arrivano nuove conferme, e di quelle che fanno un discreto rumore per giunta. Come riportato in rete infatti tutti coloro che vorranno godere di tutta la magnificenza dello spettacolo offerto da EURO 2020 dovranno per forza di cose affidarsi al gioco in questione per poter ambire a sollevare la coppa ufficiale della competizione continentale.

Una mossa non da poco quella di Konami, a cui potrebbe aggiungersi a stretto giro (per i calciofili italiani) anche la licenza per la Serie B nostrana, attualmente rappresentata in game da nomi e stemmi alternativi. Non ci sono per ora conferme su questo fronte, con le indiscrezioni che parlano addirittura della possibilità della chiusura dell’accordo a ridosso dell’uscita del titolo, con un DLC ad hoc che in questo caso provvederebbe a sistemare le cose a livello di database interno del gioco.

Ricordiamo che PES 2020 sarà disponibile a partire dal prossimo 10 settembre, con la demo che è già pronta all’uso dagli inizi del mese di agosto.

Fonte

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.