PS5 tra potenza pura e approccio ai videogiochi: idee chiare per Sony su cosa puntare

Tanta potenza tra le mani degli addetti ai lavori, con la nuova console che dovrà puntare sul migliorare le attuali feature

1
CONDIVISIONI

La marcia d’avvicinamento a PS5 è ancora lunga e tortuosa, con i capoccia di Sony che non hanno ancora sciolto il riserbo in merito alla data d’esordio della nuova piattaforma di gioco. Una data d’uscita che comunque non dovrebbe eccedere la finestra temporale invernale del prossimo 2020, vista anche l’intenzione di Xbox Scarlett di arrivare sugli scaffali proprio alla fine del prossimo anno.

È quindi tempo di pianificare per bene le proprie manovre per PS5 e per gli addetti ai lavori, che si troveranno a dover comporre una macchina si potente, ma che comunque offra qualcosa in più rispetto alla concorrenza. La potenza bruta nel 2020 non sarà infatti più sufficiente per strabiliare gli utenti, visti i grandissimi progressi tecnologici che il settore videoludico ha avuto modo di apprezzare nel corso degli ultimi anni.

PS4 (e Xbox One sul versante Microsoft) ha migliorato tutta l’impalcatura che sorregge il gaming online, dopo il lancio avvenuta sulle console della precedente generazione. Allo stesso modo anche il gaming in streaming ha avuto la sua prima infarinatura proprio negli ultimi mesi, con i prossimi anni che richiederanno un perfezionamento in modo da garantire un’esperienza ludica gradevole per tutti.

Gli appassionati dei tecnicismi sono stati poi accontentati con prodotti dall’apparenza visiva spaccamascella, vista la spinta ai massimi livelli di performance di PS4 Pro, in grado di portare sullo schermo produzioni che beneficiano del 4K HDR.

Cosa dovrà quindi fare PS5 per riuscire a imporsi all’attenzione dei fan del marchio Sony? Innanzitutto perfezionare il comparto grafico riprendendo sì il 4K, ma puntando sullo stabilizzare verso l’alto i frame per secondo, con la fluidità dell’immagine che ne beneficerà di certo non poco.

Poi senza dubbio grandissima importanza nell’economia della prossima generazione di console l’avrà il software che si aggirerà sugli scaffali. Gli ultimi anni hanno rappresentato per PS4 un bel punto di partenza in vista del futuro, vista la grandissima mole di esclusive di un certo peso (Horizon Zero Dawn, God of War, Marvel’s Spider-Man, giusto per citarne alcuni, ndr): l’imperativo categorico degli addetti ai lavori sarà quindi quello di continuare su questa linea, puntando quindi sull’approccio ai videogiochi piuttosto che adagiarsi esclusivamente sulla potenza bruta che PS5 sarà in grado di offrire.

D’altronde si sa, la potenza non è nulla senza il controllo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.