Gli ultimi libri del Trono di Spade non avranno alcun legame con la serie, George Martin rassicura i fan

Non è chiaro se lo abbia gradito o meno, ma è certo che il finale televisivo del Trono di Spade non influenzerà i prossimi libri della saga

1
CONDIVISIONI

Il finale del Trono di Spade è andato in onda ormai da alcuni mesi, eppure a George R.R. Martin continuano a far tutti la stessa domanda: ci sarà una connessione fra gli eventi della serie tv e quelli dei libri? La risposta è no. O meglio, la tanto contestata conclusione televisiva non avrà alcuna influenza su quanto lo stesso Martin ha già stabilito per gli ultimi due volumi della saga.

Questa nuova conferma è arrivata da un’intervista rilasciata dallo scrittore al The Observer. Quel finale non farà cambiare assolutamente nulla. Non si può metter d’accordo tutti, quindi tanto vale dar ragione a sé stessi, ha commentato, confermando così di non voler prendere posizione in merito alle polemiche degli ultimi mesi.

Bocca cucita anche a proposito delle tante teorie suggerite dai fan circa gli sviluppi narrativi della saga. Alcune sono giuste, altre sbagliate. [I fan] scopriranno cosa succederà quando finirò di scrivere, ha tagliato corto.

È probabile che questo atteggiamento scontroso dipenda almeno in parte dall’eccessivo entusiasmo che proprio i suoi sostenitori hanno dimostrato quando è capitato loro di incontrarlo. Nella stessa intervista Martin ha espresso tutta la sua nostalgia per i tempi in cui poteva godere di un maggiore anonimato. Non posso più andare in libreria, e dire che era la cosa che più amavo fare al mondo. Entrare e vagare tra gli scaffali, prendere in mano un volume, leggerne alcune righe, andarmene con pile di libri di cui non conoscevo l’esistenza prima di entrare… Adesso quando entro in una libreria la gente mi riconosce in dieci minuti e mi si accalca attorno. Quindi [con la popolarità] si guadagna molto, ma si perde altrettanto. […] Non voglio più andare a una festa che sia un susseguirsi ininterrotto di persone che mi chiedono un selfie. Non è più divertente come poteva esserlo prima, adesso è lavoro.

E ancora a proposito del finale del Trono di Spade, ammette di averlo considerato una liberazione. Credo che la serie non mi abbia fatto bene, ha persino aggiunto. Ciò che avrebbe dovuto aiutarmi a fare più in fretta in realtà mi ha rallentato. Ogni giorno mi sedevo a scrivere e anche se era una bella giornata mi sentivo malissimo, perché pensavo: “Dio mio, devo finire il libro. Avrei dovuto scrivere quaranta pagine e invece ne ho scritte solo quattro”. E in effetti gli ultimi due volumi della saga, The Winds of Winter e A Dream of Spring, non hanno ancora delle date d’uscita ufficiali.

Offerta
Game of Thrones
  • George R. R. Martin
  • Editore: Bantam Books (Mm)
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.