Quando vedremo in Europa lo Xiaomi Mi 9T Pro: spunta la data di vendita

Lo Xiaomi Mi 9T Pro sbarcherà in Europa tra meno di una settimana, esattamente il 20 agosto

3
CONDIVISIONI

Vi avevamo già anticipato che lo Xiaomi Mi 9T Pro sarebbe arrivato in Europa, ed anche a prezzi più che ragionevoli. Lo si era definitivo come il top di gamma più economico in circolazione, anche se i due termini, messi così vicini, potrebbero un po’ stonare. Poco vi importa delle chiacchiere e volete solo sapere quando il dispositivo si renderà disponibile all’acquisto? Come riportato dalla divisione olandese del brand sulla propria pagina Facebook (trattasi naturalmente di un account ufficiale), la distribuzione europea dello Xiaomi Mi 9T Pro prenderà il via a partire dal 20 agosto, almeno per quanto riguarda il Benelux ed i Paesi Bassi (da lì ad una più capillare diffusione del prodotto in tutta Europa sarà un passo).

Non dovrebbero esserci sorprese relativamente al prezzo di vendita: 429 per il modello base con 64GB di memoria interna, e 479 euro per quello con 128GB di storage di tipo UFS 2.1 (che dovrebbe attestarsi come non espandibile tramite microSD). In entrambi i casi resta confermato il blocco RAM da 6GB LPDDR4X, il Dual 4G VoLTE, il Wi-Fi 802.11ac ed il Bluetooth 5.0. Sotto il profilo della connettività lo Xiaomi Mi 9T Pro assicurerà grandi prestazioni: GPS Dual Band + GLONASS, USB-C, jack per le cuffie da 3.5mm e NFC. Il lettore di impronte digitali, come ogni top di gamma che si rispetti, è integrato al di sotto del display (AMOLED da 6.4 pollici FullHD+ in formato 19,5:9 a 600 nit di luminosità).

La fotocamera posteriore è tripla, con un sensore principale da 48MP (Sony IMX58), uno da 8MP con zoom 2x (apertura f/2.4) ed un grandangolare da 13MP (apertura f/2.2). Le dimensioni dello Xiaomi Mi 9T Pro ammontano a 156,7 x 74,3 x 8,8 mm (peso di 191 gr.), con una batteria da 4000 mAh (supportata la ricarica rapida a 27W).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.