Modalità scura dell’app Facebook per Android: lavori in corso

La modalità scura sta per arrivare anche su Facebook per Android, secondo quanto riferito da Jane Manchun Wong

2
CONDIVISIONI

Facebook vi sembra troppo avido di risorse? Sappiate che è in progettazione la modalità scura per l’app ufficiale destinata al sistema operativo Android, così com’è dallo scorso marzo per Messenger. La rivelazione è arrivata da Jane Manchun Wong, una fonte da ritenersi più che affidabile per quanto riguarda le applicazioni di Mark Zuckerberg. Per adesso le parti rese in tonalità più scure sono ridotte: bisognerà lavorare ancora a lungo affinché le porzioni restanti risultino omogenee con la nuova modalità. Potrebbe volerci del tempo: queste sono state le parole di Jane Manchun Wong.

Ci interessa certamente sapere fra quanto avremo modo di vedere la modalità scura sull’app ufficiale di Facebook, ma cosa ancora più importante è sapere che almeno la società ci sta lavorando. Ormai il futuro sembra tutto proiettato in direzione della Dark Mode, non solo per quanto riguarda il sistema operativo Android, ma anche la controparte iOS (la tonalità scura in tutte le schermate sarà uno dei cavalli di battaglia della versione finale di iOS 13, al momento in versione beta e pronta ad essere rilasciata all’inizio della stagione autunnale).

Anche Huawei ha affondato il colpo in questa direzione con la nuova EMUI 10, che sappiamo contare tra le sue maggiori novità il tema scuro universale, che colorerà di nero anche le schermate delle applicazioni terze. Non ha voluto essere da meno Facebook, la cui app ufficiale per Android seguirà a propria volta le orme degli antesignani sopra menzionati, anche se non sappiamo ancora darvi tempi indicativi per il rilascio ufficiale (da come si è espressa Jane Manchun Wong ci vorrà ancora un po’, forse qualche settimana, se non diversi mesi, affinché l’omologazione risulti completa in ogni sua parte). Se avete domande da farci, il box dei commenti qui sotto è a vostra disposizione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.