London Calling dei Clash compie 40 anni, a Londra una mostra con materiale inedito

Tra le esposizioni anche il basso di Paul Simonon catturato nella storica copertina

26
CONDIVISIONI

London Calling dei Clash compie 40 anni, eppure quella rivoluzione culturale e musicale condotta dalla squadra di Joe Strummer è ancora nell’aria con tutto il suo rumore. Con la storica copertina che mostra il bassista Paul Simonon intento a distruggere il suo strumento nel celebre scatto di Pennie Smith e tracce come Guns Of Brixton e la stessa title-track, l’album verrà celebrato con una mostra esclusiva che si terrà presso il Museum Of London della capitale britannica a partire dal 15 novembre fino alla primavera del 2020.

La mostra sarà un’esibizione di una serie di contenuti ancora inediti della band, tra cui le bozze dei testi di Joe Strummer, abiti di scena, fotografie e filmati mai visti, e l’intento è proprio quello di offrire ai visitatori un’esperienza introspettiva dei lavori di registrazione e realizzazione di London Calling dei Clash.

Sarà esposto, inoltre, lo stesso basso che Paul Simonon distrusse sul palco del Palladium di New York e che diede vita allo scatto di copertina. I visitatori potranno trovare, inoltre, la prima bozza di Joe Strummer per il testo di London Calling.

Beatrice Behlen, curatrice della mostra, ha dichiarato:

London Calling è l’album definitivo dei Clash, un richiamo per i londinesi e le persone di tutto il mondo. I testi dell’album riportano preoccupazioni di quel tempo, e molte di esse sono ancora attuali, in quanto la band si teneva lontana dal punk tradizionale adottando e rielaborando influenze musicali molto più ampie. Al Museum of London raccontiamo le storie della nostra capitale attraverso gli oggetti e i ricordi delle persone che l’hanno vissuta. Questa mostra fornirà una visione nuova, eccitante e vibrante, mostrando oggetti personali visti raramente e raccontando l’incredibile storia di come fosse quella London Calling che per molti esiste ancora, il suono di una generazione.

In simultanea con la mostra verrà pubblicato anche il libro London Calling Scrapbook, una raccolta di materiale fotografico e scritto a mano che interessa il periodo di lavorazione dell’album.

London Calling dei Clash, inoltre, verrà rilanciato l’11 ottobre in CD, vinile e audiocassetta in occasione del National Album Day.

Commenti (1):
ClareStrummer

Sono una punk, ho 14 anni e sono follemente innamorata dei The Clash! Joe Strummer mi ha insegnato tanto, ed è proprio vero che il suono di London Calling si sente ancora, percepisci il suono dello spacco del basso di Paul solo guardando la copertina dell’album. Spero di poter venire alla mostra! #theclashrelaunchingpunk!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.