Che aspetto ha EMUI 10 con il Morandi Style (video): ancora 3 novità della UI E Android Q

I cambiamenti grafici della nuova interfaccia ma anche quelli strutturali e funzionali sui telefoni Huawei e Honor supportati

20
CONDIVISIONI

Come si presenta EMUi 10 su smartphone Huawei e Honor? Le novità della interfaccia proprietaria non hanno riguardato solo funzioni e prestazioni ma anche lo specifico aspetto grafico della UI. Va dunque approfondito il cosiddetto Morandi Style, ovvero una combinazione di colori a due livelli per la parte superiore (informazioni) e la parte inferiore (interattiva) di molte schermate a sisstema.

Proprio il sistema si ispira alla produzione artistica del pittore italiano Giorgio Morandi e prevede 6 combinazioni di schermate di colori che possono essere modificate, ad esempio, nei dettagli di contatto, nelle Note, nella galleria e non solo. Le gradazioni specifiche sono visibili nella foto in apertura articolo ma anche nella GIF Video qui riportata.La specifica esperienza per gli utenti, a prima vista, è più interattiva ma anche decisamente elegante.

Quali sono le altre novità messe in cantiere da EMUI 10 su smartphone Huawei e Honor? Dopo aver fornito un approfondimento pure sui dispositivi interessati dal prossimo rilascio, vanno riportate ancora delle novità non ancora discusse per la nuova interfaccia.

Una funzione EMUI 10 mutuata da Android Q) si chiama Live Caption che corrisponde alla possibilità di avere sottotitoli in tempo reale per i video, i podcast e i messaggi audio, su qualsiasi app del telefono. Per questa novità non serve una connessione internet attiva, questo tipo di operazione invece avviene sul telefono grazie ad una modalità di riconoscimento vocale innovativa.

Sempre grazie ad Android Q, EMUI 10 introdurrà una navigazione completamente gestuale, sacrificando dunque la barra dei comandi che ora può servire per avere una maggiore area di visione dei contenuti.

Per finire, ancora una terza interessante novità che EMUI 10 introduce grazie alla integrazione con Android Q è la condivisione del Wi-FI attraverso i codici QR. Senza inserire lunghi e complessi codici, sarà possibile associarsi ad una rete grazie alla scansione di un codice grafico appunto, in tempi brevissimi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.