I saluti di Berlino e Il Professore: La Casa di Carta 4 sarà l’ultima stagione della serie?

La Casa di Carta 4 sarà l'ultima stagione della serie o Netflix la rinnoverà per una quinta? Gli attori salutano la produzione alla fine delle riprese

550
CONDIVISIONI

Già terminate le riprese de La Casa di Carta 4: gli 8 nuovi episodi della serie spagnola di Alex Pina, prodotta da Vancouver Media e Netflix e distribuita da quest’ultimo in tutto il mondo, sono già stati girati.

Dopo che la Raquel della serie Itziar Ituño, in vacanza nella penisola sorrentina, aveva anticipato l’ormai imminente conclusione delle riprese, la conferma dell’ultimo ciak è arrivata coi saluti al cast e alla produzione da parte di Alvaro Morte e Pedro Alonso.

Gli interpreti di Sergio Marquina (meglio noto come Il Professore, la mente della rapina alla Zecca e alla Banca Centrale di Spagna) e suo fratello Andrés de Fonollosa (l’estroso e problematico Berlino), come gli altri attori del cast, hanno terminato le riprese della quarta stagione e salutato la produzione.

Via Instagram, i due attori hanno annunciato di aver concluso il loro lavoro sul set della quarta stagione, che sarà composta come la terza da 8 episodi e potrebbe arrivare tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 su Netflix.

L’ultimo giorno di riprese della quarta parte de La Casa de Papel. Brindo a tutti. Alla squadra di Vancouver Media (i migliori) e a voi che ci guardate in tutto il pianeta… Grazie a tutti, lunga vita. El Profesor“: così il protagonista Alvaro Morte si congeda dal set, con un saluto che non sembra definitivo ma di certo non chiarisce i dubbi sul futuro della serie dopo la quarta stagione.

Di sicuro i numeri fanno propendere per un ulteriore rinnovo – la terza stagione è stata vista da oltre 34 milioni di account nella prima settimana, un dato che ne fa la serie più vista in assoluto su Netflix – ma non c’è ancora una dichiarazione d’intenti sul futuro di questa produzione, già destinata a concludersi con la seconda parte e invece rinnovata dalla piattaforma per altre due stagioni. Una quinta avrebbe senso? Gli sceneggiatori avranno pensato un finale conclusivo o aperto? E come potrebbero proseguire oltre dopo aver toccato l’apice con una rapina della portata di quella inscenata nella terza stagione?

Se il saluto di Morte non lascia trapelare indizi in merito, quello di Pedro Alonso al suo Berlino, invece, potrebbe sembrare un addio: “Ciao, ciao, Berlino. Cuore pazzo” ha scritto l’attore, che potrebbe apparire per l’ultima volta nella quarta stagione.

Il suo personaggio era già morto alla fine della seconda, sacrificandosi per permettere al gruppo di fuggire dalla Zecca, ma è stato riportato in scena nei flashback della terza mostrando la pianificazione della rapina (qui la nostra recensione). Lo stesso meccanismo potrebbe essere usato in un’eventuale quinta stagione, ma risulterebbe certamente molto forzato. Più presumibilmente, la partecipazione di Alonso come personaggio regolare de La Casa di Carta si concluderà con la quarta stagione, pur non escludendo che possa tornare come guest star qualora la serie prosegua con un nuovo capitolo.

La Casa di Carta 4 non ha ancora una data d’uscita, ma visto che le riprese sono già terminate, potrebbe approdare su Netflix anche prima del 2020.

Commenti (5):

Nio81

Una serie che ti tocca l’anima, l’unica delusione sono le stagioni troppo brevi… spero solo che duri molto a lungo complimenti a tutto il cast…

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.